L'Omc: "I colli di bottiglia del commercio presto superati"

"Nei prossimi tre-quattro mesi le pressioni inflazionistiche si ridurranno" è la previsione dell'Organizzazione mondiale per il commercio

Una nave portacontainer

Bruxelles - Robert Koopman, capo economista dell'Organizzazione mondiale per il commercio, vede un futuro sereno per il commercio mondiale. I colli di bottiglia del sistema, la congestione della catena di fornitura che rischia di compromettere la ripresa economica, sono il risultato di picchi della domanda più che di intoppi della supply chain. 

L'Omc aveva ipotizzato, a ottobre, che con il nuovo anno la domanda di beni sarebbe subito rallentata. Il diffondersi della variante Omicron l'ha costretta a rivedere quelle previsioni: i consumatori hanno continuato a spendere in beni piuttosto che in servizi dovendo, o preferendo, rinunciare al ristorante o alla vacanza. Questo spostamento della domanda, sostenuto da politiche fiscali e monetarie aggressive, ha messo in tensione la catena dei trasporti e della logistica. "Abbiamo visto risposte fiscali e monetarie molto veloci. La logistica non ha avuto la capacità di reagire altrettanto in fretta". 

"Ritengo che nei prossimi tre-quattro mesi le pressioni inflazionistiche si ridurranno", ha detto Koopman. A meno di nuove tensioni geopolitiche o di nuovi shock sanitari. 

©RIPRODUZIONE RISERVATA