Area crisi Savona, apre il bando da 12,5 milioni

Genova - «Dopo il bando da 3,5 milioni per la ricerca e l’innovazione apre oggi il bando regionale da 12,5 milioni dedicato allo sviluppo produttivo dell’area di crisi industriale complessa del savonese»: lo ha detto l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti oggi a Cairo Montenotte

Genova - «Dopo il bando da 3,5 milioni per la ricerca e l’innovazione apre oggi il bando regionale da 12,5 milioni dedicato allo sviluppo produttivo dell’area di crisi industriale complessa del savonese»: lo ha detto l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti oggi a Cairo Montenotte presentando il bando regionale dedicato all’area di crisi industriale complessa di Savona.

Gli investimenti ammessi a agevolazione devono riguardare l’acquisizione di suolo pubblico (limite 10%) e fabbricati, opere edili e impiantistiche (limite 50%), acquisizione di impianti produttivi e beni mobili, programmi informatici e licenze (limite 20%) o consulenze (limite 10%). L’agevolazione è concessa sotto forma di contributo a fondo perduto fino al 25% dell’importo e finanziamento agevolato (75% dell’importo): «Nei tavoli di concertazione precedenti all’uscita del bando - ha detto Benveduti - abbiamo avvertito la necessità di partire in fretta per soddisfare le richieste di un tessuto produttivo soggetto alle oramai note crisi industriali. L’auspicio è che il Mise accolga il nostro suggerimento di integrare gli investimenti già stanziati con ulteriori risorse per rafforzare gli ottimi riscontri». Il bando ha una retroattività al 1 gennaio 2019, con riferimento a interventi avviati a partire da tale data e non ancora conclusi. L’intervento ammissibile agevolabile non può essere inferiore a 100 mila euro. Le domande di ammissione ad agevolazione devono essere redatte esclusivamente online al sistema Bandi on line dal sito filse.it fino al 30 settembre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: