L’addizionale Ires al 3,5% colpirà i concessionari dei porti

Roma - Lo prevede un subemendamento depositato dal governo in commissione Bilancio al Senato che corregge l’emendamento unico presentato la scorsa settimana e recepisce l’intesa raggiunta nella maggioranza sulla manovra.

Roma - La Robin tax salirà al 3,5% con platea ridotta ai concessionari di autostrade, porti, aeroporti e ferrovie. Lo prevede un subemendamento depositato dal governo in commissione Bilancio al Senato che corregge l’emendamento unico presentato la scorsa settimana e recepisce l’intesa raggiunta nella maggioranza sulla manovra. L’addizionale Ires si applicherà per tre anni, 2019-2021. Tra le modifiche contenute in questo subemendamento anche lo slittamento a luglio della plastic tax.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: