Banca Carige, la famiglia Malacalza scende al 2,02% del capitale

Nei giorni scorsi l'agenzia Moody’s aveva alzato di tre livelli il rating di Banca Carige e ne aveva riportato a stabile l’outlook

Pietro Modiano (a sinistra) con Vittorio Malacalza

Genova - Cambia radicalmente, come atteso, la proprietà di Banca Carige. Il Fondo interbancario di tutela dei depositi controlla ora il 79,992% del capitale della Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, dopo la finalizzazione dell'aumento di capitale da 700 milioni. L'ufficializzazione arriva dalle comunicazioni alla Consob sulle partecipazioni rilevanti. La Malacalza Investimenti, fino alla scorsa estate primo azionista della banca, ha visto la propria partecipazione diluirsi al 2,02%.

Nei giorni scorsi l'agenzia Moody’s aveva alzato di tre livelli il rating di Banca Carige e ne aveva riportato a stabile l’outlook. La decisione dell’agenzia di rating è un effetto del positivo esito delle operazioni di rafforzamento patrimoniale e di derisking della banca, portate a termine dopo la metà di dicembre. Moody’s ha avviato il processo di re-rating di Carige chiudendo la fase di "review for upgrade" iniziata a settembre dopo che l’assemblea straordinaria del 20 settembre aveva approvato il complessivo piano di rafforzamento.

©RIPRODUZIONE RISERVATA