Moby, è tregua con gli obbligazionisti. "Ristruttureremo il debito"

"Le attività e l'operatività della società - dice la nota dell'armatore - si prevede proseguano normalmente durante le discussioni volte alla ristrutturazione del debito"

Un traghetto Moby a Barcellona

Milano - La compagnia di navigazione Moby ha concluso un accordo di confidenzialità e una moratoria con un gruppo di obbligazionisti detentori di un bond da 300 milioni di euro, ed è impegnata in trattative per «una potenziale ristrutturazione del debito» con le banche finanziatrici su un'esposizione di ulteriori 260 milioni. Lo si legge in una nota, che precisa come gli obbligazionisti si asterranno «dall'intraprendere nei confronti della società azioni esecutive o richieste di rimborso del debito» e «la società non effettuerà i pagamenti degli interessi previsti per metà febbraio ai sensi del bond e del senior facilities agreement né il pagamento della rata dovuta ai sensi del senior facilities agreement», si legge.
«Le attività e l'operatività della società - prosegue la nota - si prevede proseguano normalmente durante le discussioni volte alla ristrutturazione del debito».

©RIPRODUZIONE RISERVATA