Fitd, lo scorso anno impegnati 640 milioni

Genova - Il Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd) archivia un 2019 nel quale ha impegnato 640,9 milioni per le crisi Carige, Popolare Bari e per la garanzia a favore di Banca del Fucino: "Abbiamo riattivato - commenta al termine dell’assemblea di bilancio Salvatore Maccarone, riconfermato presidente per un triennio - le capacità del Fondo".

Genova - Il Fondo interbancario di tutela dei depositi (Fitd) archivia un 2019 nel quale ha impegnato 640,9 milioni per le crisi Carige, Popolare Bari e per la garanzia a favore di Banca del Fucino: «Abbiamo riattivato - commenta al termine dell’assemblea di bilancio Salvatore Maccarone, riconfermato presidente per un triennio - le capacità del Fondo che erano state sopite dalla decisione della Commissione Ue, e abbiamo la soddisfazione di avere concluso l’intervento su Carige». Proprio in relazione al salvataggio della banca genovese, dalla relazione al bilancio emerge che Malacalza Investimenti, Vittorio Malacalza e altri 42 azionisti Carige hanno presentato tre citazioni nei confronti del Fitd per un totale complessivo di 498 milioni. Il Fondo «ritiene che allo stato non risultino elementi da indurre a ritenere probabile una passività» a seguito delle cause avviate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: