La Francia dimezza la quota di energia nucleare

Parigi - In Francia, la quota di energia nucleare sarà ridotta del 50% entro il 2035, una scadenza entro la quale saranno chiusi 14 reattori di 900 megawatt.

Parigi - In Francia, la quota di energia nucleare sarà ridotta del 50% entro il 2035, una scadenza entro la quale saranno chiusi 14 reattori di 900 megawatt: lo ha annunciato il presidente francese Emmanuel Macron, sottolineando di essere stato eletto su un programma di «riduzione dell’energia nucleare nel mix energetico». «Mi sarebbe piaciuto farlo dal 2025. Resta l’obiettivo del 50% ma portiamo la scadenza al 2035. Ed entro il 2035 verranno fermato 14 reattori da 900 megawatt». Macron sta presentando il suo atteso piano di politica energetica per i prossimi anni e deve anche rispondere alla rabbia di quei francesi, che hanno messo a soqquadro il Paese negli ultimi giorni. Ai ”gilet gialli”, il capo dell’Eliseo, ha già detto «che non si può essere lunedì per l’ambiente e martedì contro il rialzo del prezzo di carburante».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: