Nuovo parco eolico, Erg cresce in Polonia

Genova - Erg cresce ancora in Polonia. La società ha perfezionato l'acquisto dal gruppo polacco Vortex Energy di Ew Piotrków Kujawski, società che detiene i permessi per la realizzazione di un parco eolico della potenza di 24,5 megawatt nella parte centro settentrionale della Polonia. L'accordo prevede oltre all'acquisto dei permessi a costruire, anche un contratto per la fornitura dei servizi relativi alla costruzione delle opere civili ed elettriche

Genova - Erg cresce ancora in Polonia. La società ha perfezionato l'acquisto dal gruppo polacco Vortex Energy di Ew Piotrków Kujawski, società che detiene i permessi per la realizzazione di un parco eolico della potenza di 24,5 megawatt nella parte centro settentrionale della Polonia.

L'accordo prevede oltre all'acquisto dei permessi a costruire, anche un contratto per la fornitura dei servizi relativi alla costruzione delle opere civili ed elettriche, fanno sapere dall'Erg. Il progetto aggiudicato a dicembre 2019 per 15 anni, è situato in una zona particolarmente ventosa.

La produzione attesa a regime è di circa 76 gigawattora annui, pari a 3.100 ore equivalenti, e a circa 65 chilotoni di emissione di anidride carbonica evitata. L'inizio della costruzione è previsto a novembre 2020 e l'entrata in esercizio entro il primo trimestre 2022. L'investimento totale per la realizzazione del parco, inclusivo del corrispettivo per l'acquisto dei permessi a costruire, è di circa 36,5 milioni di euro: «Questa operazione ci consente di crescere ulteriormente in Polonia, Paese tornato di grande interesse grazie alla positiva evoluzione della normativa relativa allo sviluppo eolico - dichiara l'amministratore delegato Erg Luca Bettonte -. Il nuovo progetto, in aggiunta alla capacità installata e ai 36 MW attualmente in costruzione, accrescerà la nostra presenza in Polonia a 142MW. L'ubicazione del parco in prossimità di altri impianti Erg consentirà inoltre di realizzare importanti sinergie che, assieme all'ottima ventosità del sito, rendono il progetto di elevata qualità».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: