Erg finalizza in Spagna e vince all'asta in Sicilia

Il gruppo Erg, tramite la propria società spagnola, ha perfezionato oggi l'acquisizione da Gei Subasta 1 del 100% del capitale di due società di progetto di diritto spagnolo proprietarie di due impianti solari in esercizio

Genova - Il gruppo Erg, tramite la propria società spagnola, ha perfezionato oggi l'acquisizione da Gei Subasta 1 del 100% del capitale di due società di progetto di diritto spagnolo proprietarie di due impianti solari in esercizio, situati nel sud della Spagna nelle regioni di Castilla La Mancha e Andalusia, e di potenza rispettivamente, pari a 50,0 e 41,6 megawatt. In linea con quanto già comunicato a dicembre - spiegano dall'Erg - il corrispettivo dell'operazione è di 96,2 milioni di euro (valore patrimoniale) mentre l'Ebitda previsionale 2021 è pari a 11 milioni di euro. Gli impianti sono entrati in esercizio a inizio 2020, hanno partecipato alle aste regolamentate dal Regio Decreto 359 del 2017 e hanno una produzione totale annua stimata di 188 gigawattora, pari a oltre 2.050 ore/anno equivalenti, fra le più alte in Europa, corrispondenti a 110 chilotoni di emissione di anidride carbonica evitata ogni anno.

Erg inoltre si è aggiudicata una tariffa per 20 anni su 97,2 megawatt di nuova capacità eolica nell'ambito della settima asta indetta dal Gestore dei Servizi Elettrici. La commessa riguarda il progetto di repowering di Camporeale e del nuovo progetto di Roccapalumba (entrambe le località si trovano in provincia di Palermo), per i quali l'Erg aveva ottenuto le autorizzazioni uniche nei mesi scorsi scorsi, per un investimento complessivo di «oltre 100 milioni di euro», dicono dal gruppo. Il progetto Camporeale prevede una potenza complessiva di 50,4 megawattcon una produzione stimata a regime di circa 86,1 GWh annui, quello di Roccapalumba invece con una potenza complessiva di 46,8 megawatt, avrà una produzione stimata a regime di circa 100,2 GWh annui per un totale di circa 90 mila tonnellate di CO2 evitata ogni anno: «Grazie a quest'ulteriore importante risultato - commenta l'amministratore delegato dell'Erg, Paolo Merli - abbiamo a oggi in Italia quasi 250MW di progetti eolici autorizzati e assegnatari di tariffa, pronti per l'avvio della costruzione. Stiamo lavorando in parallelo sul processo autorizzativo di una serie più ampia di progetti, sia eolici - prevalentemente di aumento della potenza installata - che solari, per consolidare la nostra presenza ed essere protagonisti della transizione energetica nel nostro Paese».

©RIPRODUZIONE RISERVATA