Minenna: "Il gas? Importato a 60 centesimi e venduto a 1,6 euro"

"Il prezzo massimo di importazione che abbiamo rilevato è di 60 centesimi al metro cubo di gas. In Borsa scambia a 1,6 euro. Non vale solo per l'Italia, ma per tutti quelli che importano dalla Russia". Così precisa Marcello Minenna, direttore dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli

Roma - "Il prezzo massimo di importazione che abbiamo rilevato è di 60 centesimi al metro cubo di gas. In Borsa scambia a 1,6 euro. Non vale solo per l'Italia, ma per tutti quelli che importano dalla Russia -. Così precisa Marcello Minenna, direttore dell'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli in un'intervista al Messaggero parlando del caro energia e dei provvedimenti presi dal governo per abbassare il prezzo dei carburanti -. Grandi operatori finanziari a fine 2021 hanno fatto scommesse al ribasso sul prezzo dell'energia. Hanno sbagliato le previsioni, perché poi è arrivata la guerra e le mosse del presidente russo, Vladimir Putin per tenere alto il prezzo".

E aggiunge: "Hanno dovuto correre a coprirsi sul mercato. Così hanno spinto verso l'alto le quotazioni. I fondi di rischio e la finanza hanno fatto il resto. Adesso la parte difficile è interrompere questi meccanismi ed evitare che arrivino nelle tasche dei cittadini e sui conti delle imprese". Parlando dei prezzi dei carburanti spiega: "Le misure decise dal governo hanno portato un effetto immediato di riduzione dei prezzi», ma secondo Minenna «prima o poi qualcuno potrebbe cercare di recuperare quanto perso". E per farlo potrebbe "accaparrarsi benzina e gasolio ad accisa ridotta, magari noleggiando autobotti e depositi. Dunque stoccando carburante per poi rivenderlo una volta che saranno scaduti i quaranta giorni di riduzione delle accise". Minenna assicura: "Noi come Agenzia abbiamo una vigilanza sistemica, e ci impegneremo in ogni modo per evitare questi comportamenti".

©RIPRODUZIONE RISERVATA