In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

Ansaldo e Iren, scelti Franzino e Dal Fabbro. Aspi: Oliveri presidente, Tomasi confermato

Il consiglio di amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti ieri ha approvato anche le designazioni per il rinnovo degli organi sociali di Ansaldo Energia (la società genovese specializzata nella costruzione di centrali elettriche è infatti controllata all’88% da Cdp Equity)

Alberto Quarati
1 minuto di lettura

Genova - Il consiglio di amministrazione della Cassa Depositi e Prestiti ieri ha approvato anche le designazioni per il rinnovo degli organi sociali di Ansaldo Energia (la società genovese specializzata nella costruzione di centrali elettriche è infatti controllata all’88% da Cdp Equity e al 12% da Shanghai Electric). La lista per Ansaldo che Cdp presenterà al ministero dell’Economia conferma Giuseppe Marino amministratore delegato e propone Lorenza Franca Franzino per l’incarico di presidente: confermate quindi le anticipazioni del Secolo XIX, che davano in uscita il presidente (e a lungo amministratore delegato prima di Marino) Giuseppe Zampini in favore di una carica al femminile. Non è l’unica novità in fatto di nomine nell’industria genovese: il patto di sindacato di Iren (che riunisce gli azionisti più pesanti della multiutility, cioè i Comuni di Genova, Torino e Reggio Emilia) ha trovato l’intesa sul nuovo presidente, come annunciato ieri dal sindaco di Torino, Stefano Lo Russo. A essere proposto all’assemblea dei soci del 21 giugno sarà Luca Dal Fabbro, che nelle indicazioni di Lo Russo e dei colleghi Marco Bucci e Luca Vecchi deve prendere il posto di Renato Boero.

Parallelamente, è confermato Gianni Vittorio Armani come amministratore delegato, con Moris Ferretti sempre vicepresidente. La presidente designata di Ansaldo è torinese, classe 1955: Franzino ha costruito la sua carriera in Olivetti, all’AnsaldoBreda quando era ancora Finmeccanica, ai vertici della Urmet. È stata anche amministratore delegato della boutique di consulenza dell’economista Giulio Sapelli, e nel Cda di Iren in quota Torino nel triennio 2016-2019. Nel board indicato da Cdp sono tre i membri che provengono dalla Cassa: l’unico riconfermato Giovanni Zetti (Director of Corporate Equity - Head of Industry & Healthcare di Cdp Equity), Maurizio Dainelli (responsabile Fusioni, acquisizioni e finanza alla Cdp, anche nel Cda di Snam) e Fabio Barchiesi, il capo dello staff dell’amministratore delegato della Cassa, Fabio Scannapieco, in precedenza al Coni.

Come da usanza per i rappresentanti della Cassa Depositi e Prestiti nelle partecipate, non prenderanno gettone. Proposta per il ritorno nel board anche la genovese Paola Girdinio (oggi è già nel Cda della Banca Popolare di Bari) insieme ai nuovi ingressi Chiara Bisagni, Gaetano Massara e Fabiola Pellegrini. Non è più prevista invece la partecipazione di Shanghai Electric nel consiglio. Intanto Cdp ha anche approvato la lista per il rinnovo di Autostrade per l'Italia, in vista del closing dell'operazione di acquisizione previsto per il prossimo 5 maggio, in base ai vigenti patti parasociali con i fondi Blackstone e Macquarie. Il cda ha designato la savonese Elisabetta Oliveri come presidente, Roberto Tomasi viene confermato amministratore delegato.

I commenti dei lettori