“Di 23 milioni l’indotto del Nautico”

Genova - Ogni visitatore del Salone Nautico spende a Genova, fuori dai confini della manifestazione, in media 125 euro. Moltiplicato per i 188 mila visitatori dell’ultima edizione, significa più di 23 milioni di euro che il Salone riversa in città

Genova - Ogni visitatore del Salone Nautico spende a Genova, fuori dai confini della manifestazione, in media 125 euro. Moltiplicato per i 188 mila visitatori dell’ultima edizione, significa più di 23 milioni di euro che il Salone riversa in città.

«Il Salone è un appuntamento di business molto importante per tutta la filiera della nautica ma lo è anche per la città di Genova perché sa generare un indotto sul territorio che forse è un po’ nascosto, non troppo appariscente, ma estremamente importante dal punto di vista numerico» spiega Alessandro Campagna, direttore generale del Salone Nautico in occasione di «Genova, capitale della nautica», che stasera ha fatto la fotografia della nautica in Liguria e nel capoluogo ligure alla sala Coeclerici del Galata museo del mare.

I numeri sono il risultato di un’indagine commissionata ad una società indipendente. «Abbiamo chiesto al visitatore quale fosse la sua spesa media a Genova, tutto quello che spende quando è fuori dal quartiere fieristico - continua Campagna ed è venuta fuori questa cifra importante. Se la sommiamo alla spesa degli espositori, che a differenza dei visitatori stanno qui almeno 6 giorni, la durata della manifestazione più i giorni di allestimento e disallestimento, e inoltre hanno un comportamento di spesa superiore, applicando il moltiplicatore usato per le fiere (secondo cui ogni euro investito all’interno della manifestazione ne riversa 10 volte tanto sul territorio) arriviamo in totale a 60 milioni di euro».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: