Rossi: “Bene il Pnrr, ma il sostegno pubblico non può essere la soluzione definitiva”

“Dobbiamo cambiare paradigma, e renderci conto che il modello europeo di contributi pubblici a sostegno di infrastrutture e flotte non è replicabile perché è un vizio del sistema. Un vizio necessario dopo la crisi dovuta alla pandemia, ma comunque un vizio che si scontra con le regole del mercato”. Lo ha detto Daniele Rossi, già presidente di Assoporti e numero uno del porto di Ravenna, intervenendo a Euromed.

Un momento di Euromed

di Francesco Ferrari

Valencia - “Dobbiamo cambiare paradigma, e renderci conto che il modello europeo di contributi pubblici a sostegno di infrastrutture e flotte non è replicabile perché è un vizio del sistema. Un vizio necessario dopo la crisi dovuta alla pandemia, ma comunque un vizio che si scontra con le regole del mercato”. Lo ha detto Daniele Rossi, già presidente di Assoporti e numero uno del porto di Ravenna, intervenendo a Euromed.

La tutela assoluta del pubblico non è sostenibile”, ha detto Rossi a proposito del Pnrr. “Pensiamo piuttosto alla necessità di avere regole comuni in materia di fisco, lavoro, diritti. Si parla tanto in questi giorni della carenza di camionisti nel Regno Unito, per esempio. Ma abbiamo pensato che forse il problema è che forse vengono pagati troppo poco?”

©RIPRODUZIONE RISERVATA