Crociere, crisi ucraina: le compagnie scelgono la Bulgaria

Roma - A causa delle tensioni in Crimea, le compagnie da crociera scelgono i porti della Bulgaria: in pochi giorni impennata di richieste di approdo.

Roma - La stagione 2014 sarà da record per I porti bulgari di Varna, Bourgas e Nessebur. Tutto merito delle crociere e della crisi ucraina.

Gli scali di Yalta e Odessa infatti sono stati tagliati dalle compagnie che hanno preferito la Bulgaria in seguito alle tensioni che si stanno vivendo in Crimea. In pochi giorni secondo i media locali e le autorità portuali interpellate, la cifra è arrivata a 5° richieste di attracco, confermando come la Bulgaria farà la parte del leone nel settore crociere nell’area del Mar Nero. In meno di un mese arriverà la prima nave a Bourgas con 3000 passeggeri, a Nessebur invece l’aspettano nei prossimi giorni.

A Marzo peraltro era stato reso noto che Costa Deliziosa avrebbe cambiato il proprio itinerario abituale, cancellando le toccate a Yalta e Odessa e portando i passeggeri proprio a Bourgas.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: