Inaugurata l’isola caraibica di Msc Crociere / VIDEO

Genova - Con l’approdo di “Msc Divina”(139 mila tonnellate di stazza lorda) ha preso il via ufficialmente l’avventura della Ocean Cay Msc Marine Reserve: dopo diversi rinvii, l’isola privata alle Bahamas di Msc Crociere ha finalmente aperto i battenti

panorama

di Matteo Martinuzzi

Genova - Con l’approdo di “Msc Divina” (139 mila tonnellate di stazza lorda) ha preso il via ufficialmente l’avventura della Ocean Cay Msc Marine Reserve: dopo diversi rinvii, l’isola privata alle Bahamas di Msc Crociere ha finalmente aperto i battenti. Si tratta di un altro importante tassello del piano industriale della compagnia di Gianluigi Aponte che va al suo posto. Così Msc raggiunge i grandi marchi statunitensi che finora potevano vantare l’esclusività di queste destinazioni da sogno a disposizione dei propri ospiti. La realizzazione di questo paradiso per crocieristi è stata particolarmente complicata visto che prima dell’interessamento di Msc, l’isola era un insediamento industriale utilizzato per l’estrazione della sabbia.

Guarda il video

Si è dovuto quindi lavorare molto per ripulirne completamente l’area dalle tonnellate di rifiuti industriali che ne ingombravano la superficie, aiutando le sue spiagge a tornare pulite e le sue acque incontaminate. La compagnia sta provvedendo al ripristino dell’ecosistema marino di Ocean Cay che ospita diverse varietà di coralli a forte rischio di estinzione. Per comprendere al meglio le dinamiche di conservazione e sviluppare le principali iniziative ambientali, Msc Crociere ha commissionato un Rapid Ecological Assessment (Rea) che dovrà fornire una panoramica completa a breve termine delle acque che bagnano le sue sponde.

L’isola è dotata di sette spiagge di sabbia bianca per un totale di due chilometri; ognuna con le sue caratteristiche peculiari permetterà agli ospiti di provare tutte le esperienze del turismo balneare. Intorno all’isola si trovano 64 miglia quadrate di acque protette lungo le quali si sta creando un vivaio di coralli. Ocean Cay si trova a 65 miglia a sud di Miami, questo vuol dire che le navi possono rimanere ormeggiate al pontile dell’isola fino a sera, con la possibilità di godere delle atmosfere caraibiche anche oltre il tramonto. Ricordiamo che le navi ospitate saranno completamente operative durante questo scalo. Dall’ormeggio è possibile raggiungere qualsiasi punto dell’isola in meno di 20 minuti a piedi oppure utilizzando dei veicoli elettrici per gli ospiti.

Quindi il passeggero è libero di salire e scendere dalla nave per usufruire dei suoi servizi, mentre se vuole rimanere sempre a terra può disporre di diverse opzioni di ristorazione con supplemento. Ci sono inoltre quattro aree destinate allo shopping per offrire agli ospiti l’opportunità di portare a casa souvenir o di trovare gli oggetti necessari per il proprio soggiorno. Simbolo di quest’isola diventerà sicuramente l’iconico faro dipinto a strisce bianco-rosse; alto circa 30 metri promette di diventare il punto di riferimento dell’insediamento turistico. Ospiterà un bar in stile Hemingway e un’ampia terrazza dalla quale sarà possibile ammirare romantici panorami mozzafiato. L’investimento complessivo per Msc si aggira intorno ai 200 milioni di dollari e darà lavoro continuativo a 140 bahamensi che alloggeranno sull’isola a cui si aggiungeranno i membri degli equipaggi delle navi che avranno anche loro un’area dedicata. Ovviamente nei prossimi mesi continueranno i lavori di abbellimento del sito e sicuramente ci vorranno degli anni perché la vegetazioni diventi rigogliosa. In ogni caso Msc Crociere con questo investimento rafforza ulteriormente la sua presenza nell’area caraibica e sul mercato nordamericano. Oltre a “Divina” approderanno sull’isola anche Msc Meraviglia (171 mila tonnellate), Msc Seaside (153 mila tonnellate) e “Msc Armonia” (65 mila tonnellate).

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: