Vertenza Tirrenia, il sindacato Usb minaccia lo sciopero

La compagnia di navigazione l’11 dicembre scorso ha anche comunicato la chiusura degli uffici amministrativi di Napoli e Cagliari, giustificata come una riorganizzazione

Un traghetto Tirrenia a Genova

Roma - L’Usb nazionale Mare e Porti minaccia lo sciopero dopo l’incontro della scorsa settimana al Mise sulla vertenza Tirrenia Cin. Il sindacato l’aveva sollecitato dopo l’annuncio di possibili mille esuberi, da settembre 2020, quando scadrà la convenzione con lo Stato (da 72 milioni di euro) che regola la continuità territoriale marittima con Sardegna e Sicilia. La compagnia di navigazione l’11 dicembre scorso ha anche comunicato la chiusura degli uffici amministrativi di Napoli e Cagliari, giustificata come una riorganizzazione necessaria per «evitare doppioni». Il personale, come confermato nell’incontro di martedì, sarà ricollocato negli uffici di Livorno, Portoferraio o Milano.

©RIPRODUZIONE RISERVATA