Crociere: guardia uccide orso polare, bufera sulla compagnia Hapag-Lloyd

Secondo quanto ricostruito da Hapag-Lloyd Cruises, il marittimo era appena sbarcato dalla nave da crociera MS Bremen quando è stato attaccato dall’orso

Una nave da crociera del gruppo Hapag-Lloyd Cruises

Oslo - Un impiegato della security della compagnia crocieristica Hapag-Lloyd Cruises ha ucciso un orso polare che pochi istanti prima aveva attaccato un suo collega. Il fatto è avvenuto sull’isola norvegese di Spitzbergen, nell’arcipelago delle Svallbard, e ha esposto la compagnia tedesca a centinaia di critiche sui social network. La compagnia ha giustificato il gesto del proprio dipendente parlando di “legittima difesa”. L'orso polare è il più grande mammifero carnivoro terrestre al mondo. Grazie alle sue maestose dimensioni non ha nemici naturali: il suo unico "rivale" è la specie umana.

Secondo quanto ricostruito da Hapag-Lloyd Cruises, il marittimo era appena sbarcato dalla nave da crociera MS Bremen quando è stato attaccato dall’orso: “Poiché i tentativi delle altre guardie di spaventare l'animale, sfortunatamente, non hanno avuto successo, il nostro dipendente è stato costretto a intervenire per motivi di legittima difesa e per proteggere la vita della persona attaccata”. Il dipendente ha riportato ferite alla testa ma non è in pericolo di vita. Dopo l’uccisione dell’orso, è stato trasferito in ospedale in elicottero.
La compagnia ha affermato di essere sempre in possesso dell'autorizzazione “delle autorità locali di attraccare sull'isola di Spitzbergen” ma che “gli sbarchi sono possibili solo in alcuni punti” dell'arcipelago delle Svallbard. Nell'arcipelago delle Svallbard, gli orsi vivono allo stato brado. Si stima che vi abitino circa un migliaio di orsi polari, una specie protetta dal 1973. In 40 anni sono stati registrati solo cinque attacchi fatali di orsi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: