Onorato Armatori, per il personale sanitario il viaggio è gratis

Cagliari - Moby, Tirrenia e Toremar, le compagnie di navigazione della Onorato Armatori, faranno viaggiare gratis sui loro traghetti tutti gli operatori sanitari: un modo tangibile, spiegano i vertici del gruppo, per ringranziarli dell'impegno profuso nell'emergenza coronavirus

Cagliari - Moby, Tirrenia e Toremar, le compagnie di navigazione della Onorato Armatori, faranno viaggiare gratis sui loro traghetti tutti gli operatori sanitari: un modo tangibile, spiegano i vertici del gruppo, per ringranziarli dell'impegno profuso nell'emergenza coronavirus.

Medici, infermieri, addetti ai servizi di pulizia, addetti alle mense ospedaliere e volontari che prenoteranno da oggi al 15 giugno il loro viaggio da effettuarsi entro il 31 dicembre su tutte le destinazioni in Sardegna, Sicilia, Elba e Arcipelago Toscano e Corsica, avranno uno sconto del 100% sul biglietto, al netto delle tasse portuali. Per poter aderire all'iniziativa, chiamata #unmaredigrazie, è sufficiente che il sanitario sia accompagnato da un altro adulto o da un bimbo fra i quattro e gli 11 anni, e che inserisca nel modulo della prenotazione il codice sconto "grazie a tutti", senza nessun ulteriore adempimento. Poi, al momento del check-in, basterà semplicemente presentare insieme al biglietto il proprio tesserino professionale sanitario o una certificazione dell'amministrazione ospedaliera: «Siamo orgogliosi di essere stati vicini alla Protezione Civile nel momento più drammatico della crisi - spiega Achille Onorato, amministratore delegato del gruppo di Moby, Tirrena e Toremar - e siamo davvero felici oggi di poter offrire questa straordinaria promozione ai nostri medici, infermieri e sanitari, anche a quelli che stanno dietro le quinte e sono spesso dimenticati, che a vario titolo hanno contribuito a difenderci dal Covid, mettendo a rischio le proprie vite per salvare quelle di tutti gli italiani. E così su tutte le nostre navi diciamo un mare di grazie a tutti loro, nel modo più concreto che conosciamo. Felici di averli a bordo nostri ospiti».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: