Rinnovo della flotta dei traghetti, Salerno: "Cingolani conosce la situazione"

A proposito del Recovery Plan, Salerno ha aggiunto: "Lo stiamo guardando con la massima attenzione possibile. È una grande occasione per un’azienda come la nostra, perché abbiamo tutte le competenze richieste dall’Europa"

Alessandra Grimaldi e Ugo Salerno

Genova - "Rinnovare la flotta dei traghetti vorrebbe dire abbattere l’inquinamento, ridurre il traffico stradale, migliorare la vita delle persone e fare lavorare i cantieri navali italiani. Sono ottimista, perché so che il ministro Cingolani ha ben chiara la situazione": lo ha detto al Secolo XIX il presidente e a.d. del Rina. Ugo Salerno.

A proposito del Recovery Plan, Salerno ha aggiunto: "Lo stiamo guardando con la massima attenzione possibile. È una grande occasione per un’azienda come la nostra, perché abbiamo tutte le competenze richieste dall’Europa. Se parliamo di transizione ecologica ci riferiamo in primo luogo all’energia: il Rina, come è noto, lavora da anni sui combustibili alternativi. E se parliamo di quelle che Draghi definisce aree “hard to abate”, quelle più difficili dal punto di vista della riduzione delle emissioni, l’esperienza che abbiamo maturato non ha eguali"


 

©RIPRODUZIONE RISERVATA