"Scarlet Lady", Branson ci riprova dalla Gran Bretagna

Monfalcone - Virgin Voyages ha annunciato che farà il suo debutto lungo la costa inglese la prossima estate invece che nei Caraibi. Che sia questa la volta buona? Di certo nessuno mai avrebbe immaginato un inizio così travagliato per "Scarlet Lady", la prima nave della flotta di questa nuova start-up crocieristica. Di rinvio in rinvio, sono già 14 mesi di attesa per vedere navigare con passeggeri paganti la nave di Sir Richard Branson

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Virgin Voyages ha annunciato che farà il suo debutto lungo la costa inglese la prossima estate invece che nei Caraibi. Che sia questa la volta buona? Di certo nessuno mai avrebbe immaginato un inizio così travagliato per "Scarlet Lady", la prima nave della flotta di questa nuova start-up crocieristica. Di rinvio in rinvio, sono già 14 mesi di attesa per vedere navigare con passeggeri paganti la nave di Sir Richard Branson. A poche ore dalla comunicazione ufficiale inerente la cancellazione di tutti i viaggi in partenza dal porto di Miami per "Scarlet Lady" fino al prossimo 17 settembre, Virgin Voyages ha rilasciato i dettagli di una speciale programmazione estiva volta alla scoperta delle coste britanniche che prenderà ufficialmente il via a bordo della prima nave della sua flotta a partire dal mese di agosto.

La breve stagione inaugurale sarà dedicata esclusivamente ai residenti nel Regno Unito di età pari o superiore a 18 anni che sono stati vaccinati contro il coronavirus. Verranno programmate crociere da due, tre e quatto notti di sola navigazione in partenza dal porto inglese di Portsmouth. Le nuove partenze saranno disponibili per un periodo limitato di tempo, dal 6 al 27 agosto e saranno prenotabili a partire dal prossimo 13 aprile: «Dopo oltre un anno di attesa siamo entusiasti di annunciare queste nuove partenze - dice Tom McAlpin, amministratore delegato di Virgin Voyages -. Consideriamo i nostri viaggi estivi nel Regno Unito come un ritorno a casa per rendere omaggio alle nostre radici britanniche e quale modo migliore per dare il via alla nostra stagione inaugurale prima di fare ritorno a PortMiami». Vale la pena ora fare un breve riepilogo dei primi mesi di vita della prima “Lady”: consegnata il 14 febbraio 2020, aveva lasciato Sestri Ponente per intraprendere un tour di presentazione che è stato abortito dopo la tappa in Inghilterra, costringendo la compagnia a fermare la nave nelle acque della Florida nella speranza che l’emergenza coronavirus rientrasse nel breve periodo.

Questo non è purtroppo avvenuto e lo scorso luglio la “Lady” è stata rimandata a Genova per terminare i lavori di garanzia. Ha stazionato per diversi mesi tra banchina e rada genovese fino a dicembre quando è scaduto l’accordo tra l’armatore e Stazioni Marittime per la sua sosta inoperosa: così, lasciata la Liguria, si è trasferita a Civitavecchia dove prosegue tutt’ora il suo disarmo. Dopo l’ennesimo rinvio, la sua prima crociera da Miami era attesa per il primo luglio prossimo. Ma visto l’ostruzionismo dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) sulla ripresa dei viaggi dai porti americani si è optato per un ulteriore rinvio dei viaggi dagli States per puntare sulla Gran Bretagna come hanno fatto altri players del settore.

Infatti hanno già annunciato partenze per viaggi domestici nel Regno Unito Celebrity Cruises, Cunard Line, Fred. Olsen Cruise Line, MSC Crociere, P&O Cruises, Princess Cruises, Royal Caribbean International, Saga Cruises e Viking Ocean Cruises. Nel frattempo a Sestri, Fincantieri continua con l’allestimento della "Valiant Lady" e la costruzione della "Resilient Lady": la prima sarà pronta in estate anticipando l’entrata in servizio del suo prototipo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: