Crociere, così riparte Msc Seaside / IL REPORTAGE

Genova - Msc Crociere finalmente raddoppia le sue navi in partenza da Genova, con la partenza di "Msc Seaside" il primo maggio ha garantito fino alla fine di luglio una partenza il sabato e una la domenica dalla Liguria: “Seaside” si aggiunge così a "Msc Grandiosa" che continuerà a offrire l’itinerario che tocca, oltre alla Superba anche Civitavecchia, Napoli, Palermo e La Valletta

di Matte Martinuzzi

Genova - Msc Crociere finalmente raddoppia le sue navi in partenza da Genova, con la partenza di "Msc Seaside" il primo maggio ha garantito fino alla fine di luglio una partenza il sabato e una la domenica dalla Liguria: “Seaside” si aggiunge così a "Msc Grandiosa" che continuerà a offrire l’itinerario che tocca, oltre alla Superba anche Civitavecchia, Napoli, Palermo e La Valletta: questo in attesa che i porti spagnoli di Valencia e Barcellona siano riaperti al traffico crocieristico. In questo modo la compagnia posizionerà nel Mediterraneo Sud-Occidentale circa 9.000 letti bassi, non male per essere la stagione 2021 ancora contraddistinta dall’emergenza sanitaria globale. La nuova nave operativa effettuerà un itinerario inedito, con partenza da Genova tutti i sabati, che prevede crociere di una settimana con scali a La Valletta, Civitavecchia e per la prima volta nella storia della compagnia anche a Siracusa e a Taranto (in seguito quando sarà possibile verrà introdotto anche lo scalo di Marsiglia, ideale per l’imbarco degli ospiti francesi).

I crocieristi potranno scegliere di imbarcarsi indifferentemente in ogni porto italiano previsto dall’itinerario, in funzione di quello più comodo da raggiungere. Per continuare a garantire un elevato livello di sicurezza ai propri ospiti e all'equipaggio, Msc Crociere adotterà anche su questa nave il rigoroso protocollo di salute e sicurezza implementato su “Grandiosa” a partire da agosto 2020, che oggi rappresenta un vero e proprio modello da seguire a livello globale. Tra le numerose misure adottate vi sono: un primo tampone antigenico da effettuarsi entro 96 ore dall’imbarco, in più un tampone per tutti i passeggeri a inizio e a metà crociera. Tutti i membri dell’equipaggio invece vengono sottoposti a tampone settimanale: inoltre questi prima di prendere servizio sono testati tre volte ed effettuano un periodo di quarantena di 14 giorni.

Innovativo anche il sistema di tracciamento dei contatti basato su braccialetti indossati da tutte le persone che salgono a bordo; inoltre escursioni protette organizzate per i crocieristi e tampone per le guide turistiche e gli autisti dei mezzi utilizzati durante le gite; divieto di scendere a terra per i membri dell’equipaggio; sanificazione continua degli ambienti di bordo. Questi i punti cardine del protocollo sanitario che ovviamente prevede l’obbligo di mascherina in tutti gli spazi pubblici e il servizio a buffet servito. "Msc Seaside" è stata costruita dallo stabilimento Fincantieri di Monfalcone nel 2017 e questa sarà la sua prima stagione nel Mediterraneo visto che fin ora ha operato ai Caraibi.

Con 153 mila tonnellate di stazza lorda e 14 mila metri quadrati di aree pubbliche all’aperto è l’ideale per godere la vita a bordo all’aperto e i panorami che solo il mare sa offrire. Inoltre Msc offrirà ai propri ospiti la possibilità di continuare anche a terra in occasione dello scalo di Taranto questa vita balneare. Infatti sarà possibile trascorrere una giornata in una spiaggia da bandiera blu dedicata solo ai passeggeri della nave. La notizia non è passata inosservata soprattutto all’estero: è raro, infatti, che una compagnia offra questa opzione in Europa tipica dei Caraibi. In questo caso si tratta della Marina di Taranto, che permetterà di trasferire anche sull’arenile l’integrità della bolla anti-coronavirus di bordo. Infine, visto che Msc non ha badato a spese, ha mandato in precedenza “Seaside” presso l’Arsenale Triestino San Marco di Fincantieri per presentarsi come nuova ai suoi primi passeggeri dopo così tanti mesi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: