Israele, Royal verso la cancellazione delle crociere / IL RETROSCENA

Monfalcone - Royal Caribbean International avrebbe deciso di cancellare le crociere di "Odyssey of the Seas" da Israele previste per questa estate da Haifa a Cipro e in Grecia. Questo, secondo Crew Center, a causa dell’improvvisa ripresa del conflitto tra gli israeliani e i palestinesi di Hamas. Diversi membri dell'equipaggio a bordo hanno riferito che la notizia è stata annunciata dal comandante della nave tramite il sistema di comunicazione di bordo

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Royal Caribbean International avrebbe deciso di cancellare le crociere di "Odyssey of the Seas" da Israele previste per questa estate da Haifa a Cipro e in Grecia. Questo, secondo Crew Center, a causa dell’improvvisa ripresa del conflitto tra gli israeliani e i palestinesi di Hamas. Diversi membri dell'equipaggio a bordo hanno riferito che la notizia è stata annunciata dal comandante della nave tramite il sistema di comunicazione di bordo. Al momento la compagnia di navigazione statunitense non ha ancora comunicato nulla ufficialmente, anche se la notizia era nell’aria già da qualche giorno, visto la situazione in Medio Oriente. La “Odyssey” infatti è già arrivata a Limassol dove ha raggiunto la consociale "Anthem of the Seas": qui si svolgeranno dei trasferimenti di personale da una nave all’altra.

L'equipaggio della “Odyssey” senza visto statunitense verrà trasferito sulla sorella “Anthem”. Quest’ultima salperà quindi per il Regno Unito dove riprenderà a navigare con passeggeri paganti dal prossimo 7 luglio, mentre l’altra nave salperà per gli Stati Uniti. A marzo Royal Caribbean International aveva annunciato crociere esclusivamente per i residenti in Israele, dove sia l'equipaggio che gli ospiti di età superiore ai 16 anni dovevano essere obbligatoriamente vaccinati contro il coronavirus per accedere a bordo. L'equipaggio della “Odyssey” doveva essere vaccinato ad Haifa il 7 maggio, ma l’operazione è stata rinviata più volte: a questo punto l'equipaggio verrà vaccinato negli Stati Uniti. Crew center riporta che la destinazione della nave sarà Port Canaveral. Chissà se Royal Caribbean spera di farla ripartire nel corso dell’estate dagli Stati Uniti, ma al momento nessuna comunicazione in tal senso delle Autorità sanitarie Usa è ancora stata fatta.

Più passa il tempo è più la stagione crocieristica estiva americana rischia di essere compromessa. “Odyssey” è l’unità più recente della flotta Royal Caribbean essendo stata consegnata solamente poche settimane fa dai cantieri tedeschi Meyer Werft con circa sei mesi di ritardo a causa della pandemia. Originariamente il suo debutto era previsto per il 21 maggio per una crociera di nove notti con imbarco da Civitavecchia, porto che doveva essere la base per tutta la stagione estiva 2021 per viaggi settimanali: in seguito c’è stato il cambio di rotta che non ha fatto felici gli operatori del porto laziale. Evidentemente il sistema a colori che vige in Italia non da sufficienti garanzie alle compagnie internazionali e anche dopo la cancellazione della stagione in Israele non ha portato Royal Caribbean a pensare di riportare la nave in Italia. Un peccato per il nostro Paese. Ora comunque non resta che attendere comunicazioni ufficiali della compagnia per avere conferme sul destino, nei prossimi mesi, della sua nuova nave. In ogni caso il piano di riavvio della compagnia continua con diverse navi che saranno operative nei prossimi mesi dalla Grecia alla Gran Bretagna fino ai Caraibi. Sempre con la politica del “solo per passeggeri adulti vaccinati”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: