Crociere, riaprono i porti francesi e spagnoli

Trieste - Francia e Spagna riaprono i loro porti alle crociere: è ormai imminente il ritorno delle navi bianche nei due hub principali del Mediterraneo Occidentale, parliamo di Barcellona e Marsiglia. Si tratta di una grande notizia per Costa Crociere ed Msc Crociere

di Matteo Martinuzzi

Trieste - Francia e Spagna riaprono i loro porti alle crociere: è ormai imminente il ritorno delle navi bianche nei due hub principali del Mediterraneo Occidentale, parliamo di Barcellona e Marsiglia. Si tratta di una grande notizia per Costa Crociere ed Msc Crociere che potranno finalmente allargare il loro raggio d’azione abbandonando gli itinerari pressoché domestici nella parte occidentale del Mare Nostrum. Questo permetterà di aumentare notevolmente il bacino d’utenza delle due compagnie nostrane che potranno imbarcare facilmente francesi e spagnoli andando sicuramente ad incrementare il numero dei passeggeri trasportati in ogni singolo viaggio, ovviamente sempre rispettando il limite della capienza ridotta delle navi dovuta alle misure anti-coronavirus.

Sarà anche un vantaggio per i crocieristi italiani che nell’ottica dei viaggi di prossimità di quest’estate potranno però raggiungere anche prestigiose destinazioni straniere. Inoltre, mancando i grandi operatori internazionali almeno fino alla seconda metà dell’estate in quella parte di Mediterraneo, Costa ed Msc saranno ulteriormente avvantaggiate con la clientela europea. Andando con ordine, sarà Marsiglia il 20 giugno la prima a vedere di nuovo operazioni di imbarco/sbarco di passeggeri nel suo porto. Ad approdare sarà la "Msc Seaside", che nell’ambito delle sue crociere verso il Sud Italia, sostituirà lo scalo alla Valletta con quello nella città focese rendendo molto più agevole per i francesi scegliere l’imbarco su una nave Msc (finora dovevano raggiungere Genova).

Si tratta però di una prova, con un numero limitato di passeggeri, volti a ratificare i protocolli anti Covid-19 messi in atto a bordo della nave: lo stesso esperimento verrà ripetuto in occasione dello scalo del successivo 27 giugno. Secondo Mer et Marine la prima volta l’imbarco sarà limitato a 400 passeggeri, la seconda invece a 500: questo è stato deciso dopo diverse consultazioni tra l'armatore e le autorità locali, in particolare la prefettura delle Bocche del Rodano, il battaglione dei vigili del fuoco di Marsiglia, l'agenzia sanitaria regionale e la polizia di frontiera. In realtà la riapertura ufficiale dei porti francesi è fissata il 30 giugno; quindi la prima giornata di piena operatività del porto di Marsiglia sarà domenica 4 luglio dove oltre alla già citata “Seaside”, ci sarà l’approdo anche di "Costa Smeralda" al suo primo itinerario internazionale. L’ammiraglia di casa Costa sarà poi il giorno successivo a Barcellona per imbarcare anche gli ospiti spagnoli.

Però la capitale catalana vedrà già il 26 giugno lo scalo di "Msc Grandiosa" alla sua prima sortita internazionale al di fuori di Malta. Fino ad allora “Grandiosa” manterrà gli attuali scali togliendo un giorno di navigazione per far posto a Barcellona. Poi con l’ingresso in servizio di "Msc Seashore" modificherà completamente il suo itinerario aggiungendo anche Valencia, a partire dal 30 luglio, nella sua programmazione settimanale. Questo per quel che riguarda Costa e Msc, ma gli altri? C’è già operativa da Palma de Maiorca "Mein Schiff 2" di Tui Cruises, a cui si aggiungerà il 10 luglio "AidaPerla" di Aida Kreuzfahrten. Il 15 agosto dovrebbe ripartire "Harmony of the Seas" di Royal Caribbean International da Barcellona. Altre navi dovrebbero aggiungersi da settembre (a partire dalla "Norwegian Epic" di Norwegian Cruise Line il 5) nel primo porto di imbarco e sbarco del Mediterraneo fino allo scoppio della pandemia. Ma quella potrebbe essere già una nuova fase della rinascita del settore con la ripresa anche del turismo intercontinentale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: