Dentro Msc Seashore, l’ammiraglia della flotta ginevrina

Numeri, cifre, curiosità e schede tecniche della più grande nave mai realizzata in Italia

Msc Seashore

di Gianfranco Damilano

Genova – Un doppio significativo evento per Msc Crociere e Fincantieri nel corso dell’estate 2021: a luglio è stata consegnata la Msc Seashore, varata lo scorso agosto 2020, e il 24 giugno 2021 si è svolta a Monfalcone la coin ceremony per l’impostazione della gemella Msc Seascape, attualmente in costruzione, la cui entrata in servizio è prevista nel novembre 2022.
Si tratta rispettivamente della terza e della quarta nave dell’innovativa classe Seaside, dopo Seaside e Seaview, varate rispettivamente nel 2017 e nel 2018, e le prime di due navi appartenenti alla generazione Seaside Evo che, grazie ad un design innovativo rispetto alle precedenti, presentano spazi pubblici completamente ridisegnati, più cabine, più bar, lounge e ristoranti e un più alto rapporto spazio esterno per ospite di qualsiasi altra nave della flotta della Compagnia.
Al momento Seashore con i suoi 339 metri di lunghezza ft è la nave più lunga della compagnia e la più grande mai costruita in Italia. Oltre il 65% della nave è stato migliorato tanto da rendere MSC Seashore un prototipo di nave ancora più avanzato, anche rispetto alle sue navi gemelle.

Giuseppe Bono, ad di Fincantieri ha commentato: «Una nave da record, che punta sull'innovazione, sulla tecnologia e sul design, sottolineando ancora una volta la leadership di Fincantieri».
Pierfrancesco Vago, Executive Chairman, di Msc Cruises ha dichiarato: «Siamo impegnati nella realizzazione del nostro piano di espansione della flotta e con la presentazione di nuovi prototipi di classe che, ogni volta, ci spinge ad innovare e a stabilire nuovi standard nel settore. MSC Seashore è infatti la più grande e innovativa nave da crociera mai costruita in Italia, dotata delle più recenti e avanzate tecnologie ambientali attualmente disponibili»
La Divisione Crociere del Gruppo ha in ordine 3 navi a GNL, una delle quali in costruzione al momento.


Un design arricchito e migliorato
Msc Seashore, come le altre navi della classe Seaside, è progettata per offrire il massimo spazio all’aperto per consentire agli ospiti di entrare in contatto con il mare ed è ispirata a un concetto avveniristico di appartamento sul mare. Alcune delle migliorie includono l’estensione della lunghezza della nave per ulteriori 16 metri, 10.000 metri quadrati di spazi di coperta per un'esperienza di bordo ancora più spaziosa, uno Msc Yacht Club più grande – il concept di "nave nella nave" - e un flusso di ospiti più fluido con due punti di incontro posizionati nella parte centrale e a prua della nave.
Tre passerelle con balaustra e pavimento in cristallo danno ai crocieristi la sensazione di camminare sull’acqua. Due nuovissimi ristoranti e cinque ristoranti di specialità sono ubicati in una nuova posizione per consentire ai passeggeri di sedersi sulla promenade a sbalzo della nave, in modo da offrire una maggiore vista sul mare mentre cenano all'aperto.
Sulla nave è disponibile una piscina di poppa, caratterizzata da un nuovo design, una piscina interna più grande e un nuovo parco acquatico interattivo.


Dati tecnici della nave
I dati tecnici Seashore della nave danno un’idea della sua grandezza. Con una lunghezza fuori tutto di 339,00 metri (311,71 metri tra le perpendicolari), una larghezza massima di 41 metri, 19 ponti, la nave raggiunge una stazza di 170.412 GT ed un dislocamento a pieno carico di 783.102 tonnellate con una capacità massima di 5.626 passeggeri.
La propulsione è garantita da due eliche a sei pale, a passo fisso, su due linee d’assi, associate a due motori elettrici da 21.000 kW ciascuno, che consentono alla nave di raggiungere la velocità massima di 21,8 nodi (contrattuale 21,10 nodi).
La potenza elettrica è fornita da quattro gruppi elettrogeni Wärtsilä 14V46F da 16.800 kW ciascuno, oltre a un gruppo elettrogeno di emergenza da 2.100 kW.
Per i servizi di bordo alimentati da corrente elettrica (motori di propulsione, thruster, sottostazioni alloggi, cucine) sono utilizzati 4 trasformatori (+ 2 sdby) da 4.000 kVA per gli impianti in sala macchina (11 kV / 690 V), 4 trasformatori da 13.500 kVA per la propulsione (11 kV / 1,5 kV), 6 trasformatori da 1.800 kVA (11 kV/690/230 V) per le sottostazioni alloggi, 2 trasformatori da 2.000 kVA (11 kV/440/230 V) per i servizi di cucina.
L’impianto di automazione integrato è prodotto da Wärtsilä
Per il governo e la manovra la nave dispone di due timoni compensati a spada, di costruzione Becker Marine Systems, di 4 eliche di manovra prodiere e di 3 eliche di manovra poppiere da 3.100 kW ciascuna .
Tra gli altri impianti per i servizi nave sono presenti:
•2 caldaie a combustibile liquido Saake Marine System da 12,5 t/h a 8 bar
•4 caldaie a gas di scarico Alfa Laval da 4,5 t/h a 8 bar
•due evaporatori con la capacità di 950 t nell’arco delle 24 ore
•due desalinatori a osmosi inversa Culligan della capacità di 800 t nell’arco delle 24 ore
•5 chiller units (dei quali 4 in funzione e 1 in sdby) con la capacità di raffreddamento di 5.600 kW ciascuno
Per il comfort dei crocieristi in navigazione la nave ha due pinne stabilizzatrici antirollio prodotte da Fincantieri.
Le dotazioni dei mezzi di salvataggio della nave sono costituite da 14 imbarcazioni della capacità di 313 persone ciascuna, da 4 imbarcazioni/tender da 267 persone ciascuno, e da 2 imbarcazioni/rescue da 60 persone ciascuna, fornite da Hatecke GMBH .
La nave è registrata con bandiera Malta ed è classificata da RINA Services.


Tecnologie ambientali all'avanguardia
Seashore è dotata della più recente e avanzata tecnologia per ridurre l’impatto ambientale. Un sistema all'avanguardia di riduzione catalitica selettiva (SCR) consente di ridurre gli ossidi di azoto del 90% e un sistema avanzato di trattamento delle acque reflue di nuova generazione (AWTS) consente di trattare le acque di scarico con una qualità molto elevata; il prodotto finale è un'acqua di alta qualità di livello migliore rispetto alla maggior parte degli standard previsti per i rifiuti urbani nel mondo.
Queste caratteristiche si aggiungono ad altre efficaci tecnologie ambientali implementate su Seashore e su tutta la flotta della compagnia per ridurre al minimo l'impatto ambientale e assicurare emissioni ancora più pulite. Tra queste ci sono sistemi ibridi di riduzione catalitica selettiva su ognuno dei quattro motori della nave, pensati per ridurre le emissioni di ossido di azoto del 90% convertendo il gas in azoto innocuo e acqua e sistemi ibridi di pulizia dei gas di scarico per rimuovere il 98% di ossido di zolfo dalle emissioni prodotte dalla nave; sistemi avanzati di gestione dei rifiuti; sistemi di trattamento delle acque di sentina approvati dalla US Coast Guard; sistemi di ultima generazione per la prevenzione degli sversamenti di petrolio dalla sala macchine e altri significativi miglioramenti dell'efficienza energetica - dai sistemi di recupero del calore all'illuminazione a LED.
 Seashore è inoltre dotata di un sistema di alimentazione dell’energia da terra che, durante l’ormeggio, può collegare la nave alla rete elettrica locale riducendo ulteriormente le emissioni in aria. Questa caratteristica è disponibile per l'intera flotta di Msc Crociere e, dal 2017, è uno standard per tutte le navi di nuova costruzione della compagnia.

Alloggi
Seashore offre una più ampia gamma di alloggi, tra cui 28 suite a schiera, due suite con idromassaggio privato e l'Msc Yacht Club vede due nuove categorie di cabine con 41 Grand Suite Deluxe e due Suite armatoriali con idromassaggio.
Per le famiglie sono previste cabine multiple che collegano due o tre cabine adiacenti e possono ospitare da sei a dieci persone, inoltre sono disponibili cabine più grandi e spaziose per gli ospiti con disabilità (75 in totale). Il 65% degli spazi è stato reimmaginato per migliorare l'esperienza degli ospiti e offrire loro diverse soluzioni per avvicinarsi sempre di più al mare:
L’offerta di alloggi per i crocieristi a bordo comprende:
-2.270 cabine di 12 diverse tipologie e suite con balcone, comprese 4 suite appartamento e 4 VIP Suite a poppa
-11 punti di ristoro, 9 bar e lounge con possibilità di mangiare e bere all'aperto
-9 piscine tra cui una splendida piscina a poppa con incredibile vista sull'oceano
-Msc Yacht Club, il più grande e lussuoso della flotta Msc Crociere, con quasi 3.000 mq di spazio e con una vista mozzafiato sull'oceano dai ponti di prua della nave
-un'ampia passeggiata lungomare di 540 metri vicino all'acqua
-uno spettacolare Ponte dei Sospiri con pavimento in vetro al ponte 16 con un punto di vista unico sull'oceano
Altre 943 cabine per complessivi 1.648 letti sono disponibili per l’equipaggio.
Sulla nave sono allestiti due teatri, per una superficie complessiva di 1.004 m2 e con una capacità complessiva di 1.204 posti a sedere.
***
Tra i principali fornitori di impianti e sistemi installati a bordo della MSC Seashore citiamo:
la Jotun per la fornitura delle pitture e l’Azienda Chimica Genovese per l’impianto delle correnti impresse per la protezione catodica dello scafo, la Navalimpianti S.P.A. per la fornitura di porte esterne, sistemazioni per l’ormeggio, gru e verricelli per imbarcazioni da salvataggio, e rescue boats, la Roccheggiani per il sistema di condizionamento Air Handling Unit (Ahu), Wärtsilä Water Systems per i sistemi di trattamento delle acque di zavorra, sistemi di acqua calda e refrigerata, Carrier Transicold Ltd per il sistema H.V.A.C., Culligan per l’impianto Plant Reverse Osmosis, Rolls Royce per i verricelli, macchinari di coperta, e timoneria, Martec per il sistema antincendio - Emergency Shut Down System, Pompe Garbarino per la fornitura completa delle pompe scafo e apparato motore.
TECHNOLOGICAL SHOW ROOM
Sistema di comunicazione e stazione radio
A bordo della M/n MSC Seashore gli impianti di comunicazione sono stati forniti e installati a cura della Compagnia Generale Telemar che ha realizzato la stazione radio GMDSS, in conformità alla normativa italiana vigente per la navigazione in area A1+A2+A3, per navi passeggeri battenti bandiera italiana.
La sezione radiotelefonica VHF, HF/MF ed Inmarsat Mini-C è costituita da impianti COBHAM della serie SAILOR 6000 che supporta il protocollo di comunicazione proprietario ThraneLink residente in tutti i radiotelefoni e terminali satellitari Inmarsat Mini-C della serie stessa via CAN-Bus mettendo in condivisione sia la diagnostica che i dati.
La ricezione Navtex e la ricezione Meteofax sono implementate rispettivamente con i ricevitori JRC NCR-333 e JAX-9B.
La sezione Safety è di produzione JOTRON e comprende due radioboe satellitari EPIRB TRON 60S ed i due radar transponder TRON SART20. Per le comunicazioni esterne, in ottemperanza ai requisiti per il Safe Return To Port (SRTP), sono stati forniti un ulteriore terminale Inmarsat mini-C GMDSS Sailor 6110, un portatile VHF aeronautico ICOM IC-A6 e quattro radiotelefoni VHF portatili Sailor SP3520 GMDSS.
Le comunicazioni satellitari in fonia, dati e Fax sono realizzate con una configurazione ridondante costituita da un’antenna Sailor 900 Vsat in banda Ku e da due terminali Inmarsat FleetBroadband 500 SAILOR (in backup) che consentono di mantenere la connettività anche in presenza di zone d’ombra satellitare.
Per le “prove in mare” inoltre la Telemar ha fornito il servizio satellitare Vsat “Sealink”, che assicura un utilizzo dati illimitato con copertura globale e una banda garantita di 4096 kbps.
Impianti trattamento acque reflue e collari antivibranti
Stelio Bardi Marine Technologies ha fornito un modulo totalmente automatizzato per la gestione dei fanghi biologici provenienti dall’impianto di trattamento avanzato delle acque reflue.
Sempre a bordo della M/n MSC Seashore la stessa azienda, attraverso la sua rappresentata Müpro Maritim GmbH, ha fornito collari antivibranti per il supporto di tubi in metallo e in plastica

©RIPRODUZIONE RISERVATA