Msc Crociere accetterà a bordo solo passeggeri vaccinati (o guariti dal Covid)

La compagnia si adegua agli standard già imposti con successo dalle grandi compagnie americane (NCLH addirittura esclude i minori non vaccinati dai sui viaggi).

Crocieristi Msc

di Matteo Martinuzzi

Ginevra – Anche Msc Crociere ha deciso di estendere l’obbligo di vaccinazione per poter imbarcare su tutte le navi della propria flotta (minori di 12 anni esclusi). Questa norma varrà anche per le navi operative nel Mediterraneo come Grandiosa ed Fantasia: la causa principe ovviamente è la recrudescenza dell’emergenza pandemica che vede l’Europa alle prese con la quarta ondata che sta flagellando diversi Paesi del continente.

Così anche Msc si adegua agli standard già imposti con successo dalle grandi compagnie americane (NCLH addirittura esclude i minori non vaccinati dai sui viaggi). Questa importante notizia è stata riportata di Cruise Industry News che ha confermato le nuove restrizioni per ospiti di Msc per le sue crociere invernali. Ora oltre ad essere completamente vaccinati contro il Covid-19, i passeggeri dovranno anche sottoporsi a un test Covid-19 prima della data d’imbarco prevista, questo secondo un comunicato stampa della compagnia italo-svizzera.

Siamo andati a curiosare sul sito ufficiale di Msc per verificare i protocolli sanitari aggiornati per le crociere nel Mare Nostrum e risulta quanto segue per i passeggeri che imbarcheranno dai Paesi dell’Area Schengen. Per tutte le partenze dal 4 dicembre 2021 al 31 marzo 2021 tutti gli ospiti di età superiore a 12 anni dovranno rispettare uno di questi requisiti per essere ammessi a bordo: 1) essere completamente vaccinati e fornire un certificato di un test molecolare o antigenico effettuato entro 48 ore prima della partenza della nave. Gli ospiti sono considerati completamente vaccinati se hanno completato il ciclo vaccinale da più di 14 giorni prima dell’inizio della crociera con un vaccino Covid-19 approvato tra cui Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson. È accettata la vaccinazione eterologa con i vaccini di cui sopra. 2) In alternativa sono ammessi a bordo gli ospiti che hanno superato l’infezione da Covid-19 negli ultimi 6 mesi e che forniscono un risultato negativo al test molecolare o antigenico entro le 48 ore prima della partenza della nave.

Gianni Onorato, amministratore delegato di Msc Crociere, ha dichiarato: «Il nostro protocollo di salute e sicurezza ha aperto la strada nel settore non solo perché siamo stati la prima grande compagnia di crociere a riprendere le operazioni internazionali, ma anche per la sua flessibilità nell’adattarsi all’evoluzione della pandemia a terra. Questo approccio ha rassicurato i nostri ospiti, il nostro equipaggio e le destinazioni che visitiamo con le nostre navi. Abbiamo visto lo scorso inverno con le nostre partenze nel Mediterraneo che anche durante un nuovo picco della pandemia a terra siamo stati in grado di adattare adeguatamente le nostre misure di salute e sicurezza e continuare a offrire il massimo livello di protezione ai nostri ospiti e all’equipaggio. Ancora una volta alcuni paesi in Europa stanno assistendo a un aumento dei tassi di infezione e per garantire il benessere di coloro a bordo delle nostre navi e delle comunità che chiamano, il nostro nuovo approccio dimostra ancora una volta che la salute e la sicurezza sono la nostra priorità».

Qualsiasi ospite prenotato che non sarà completamente vaccinato in tempo per la data di partenza può scegliere di posticipare la propria crociera con MSC a una data successiva o richiedere un rimborso.

Invece i passeggeri di età inferiore ai 12 anni, non essendo idonei alla vaccinazione, continueranno ad essere i benvenuti a bordo secondo le attuali misure. Queste continueranno a prevedere anche un tampone antigenico all’imbarco al terminal e uno successivo durante la crociera. Questo permetterà di considerare anche quest’inverno la nave passeggeri il luogo più sicuro dove passare il proprio tempo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA