Grimaldi: “ Ammoniaca e idrogeno fra le soluzioni a emissioni zero. Ma non c'è accordo tra regolatori”

“Noi armatori abbiamo preso impegni e vogliamo raggiungere zero emissioni entro il 2050, vogliamo contribuire anche mettendo da parte due dollari su ogni tonnellata, più di 500 milioni di dollari l'anno”

La nave Eco Valencia

Roma - "Circa le emissioni mondiali" il settore marittimo rappresenta "il 2-3%" della quota, "trasportando quasi il 90% perché tutti i trasporti intercontinentali vengono fatti via mare. Non c'è dubbio che si possano trovare delle soluzioni come idrogeno, ammoniaca e qualche carburante sintetico" per arrivare alla decarbonizzazione del settore marittimo.

Lo ha detto l'amministratore delegato del Gruppo Grimaldi, Emanuele Grimaldi, in un panel durante l'assemblea di Alis. "Noi armatori abbiamo preso impegni e vogliamo raggiungere zero emissioni entro il 2050, vogliamo contribuire anche mettendo da parte due dollari su ogni tonnellata, più di 500 milioni di dollari l'anno, 5 miliardi di euro per fare degli studi, ma per adesso non si riesce a trovare l'accordo dei regolatori", ha spiegato Grimaldi

©RIPRODUZIONE RISERVATA