Via ai lavori per la prima nave ibrida di Silversea

Papenburg - Nel cantiere Meyer Werft di Papenburg è stata tagliata la prima lamiera di "Silver Nova", prima nave da crociera ibrida della storia ordinata da Silversea Cruises, marchio di lusso del gruppo Royal Caribbean. Questa nave si caratterizzerà per la sua capacità progettuale di emissioni zero in porto

di Matteo Martinuzzi

Papenburg - Nel cantiere Meyer Werft di Papenburg è stata tagliata la prima lamiera di "Silver Nova", prima nave da crociera ibrida della storia ordinata da Silversea Cruises, marchio di lusso del gruppo Royal Caribbean. Questa nave rivoluzionaria, la cui consegna è prevista per l'estate 2023, si caratterizzerà per la sua capacità progettuale di emissioni zero in porto. Questo grazie alle sue fonti di energia ibride visto che sarà concepita per l’utilizzo anche di celle a combustibile e batterie. “Nova” inoltre utilizzerà il gas naturale liquefatto (Gnl) come combustibile principale. La nuova tecnologia ibrida non solo azzererà le emissioni in porto, ma consentirà anche a questa nave di ottenere una riduzione complessiva del 40% delle sue emissioni di gas serra per doppia suite rispetto alla precedente classe di navi realizzata da Fincantieri per Silversea, come la classe “Muse” a propulsione convenzionale la cui ultima nave della serie, "Silver Dawn", è stata consegnata il mese scorso: «Le nostre navi della classe “Nova” rappresentano un investimento significativo in soluzioni tecnologiche senza precedenti. Sostengono la nostra missione di preservare il pianeta senza compromettere il comfort o il lusso - afferma Roberto Martinoli, presidente e amministratore delegato di Silversea Cruises -. "Silver Nova" è la manifestazione dell'impegno a lungo termine di Silversea e Royal Caribbean Group per la sostenibilità». “Nova” e la sua futura sorella saranno tra le navi da crociera con più spazio dedicato agli ospiti offrendo un'esperienza all’insegna del lusso.

Avrà un rapporto spazio-ospite di 75 tonnellate di stazza lorda per passeggero, il più alto nella flotta di Silversea, garantendo dei servizi personalizzati con un rapporto equipaggio-ospite di 1:1.3, così come il maggiordomo a disposizione per tutte le suite.

La nave avrà una capacità di 728 ospiti e una stazza lorda di circa 54 mila tonnellate. Le caratteristiche sostenibili delle navi di questa classe includono un sistema di microgassificazione automatica, che riduce il volume dei rifiuti a bordo, con conseguente riduzione delle emissioni di incenerimento. Inoltre, si prevede che la classe della nave raggiunga un indice di efficienza energetica (Eedi) di circa il 25% migliore rispetto ai requisiti applicabili dell'Organizzazione marittima internazionale (Imo). L'energia da terra consentirà alla nave di spegnere i suoi generatori principali nei porti predisposti al cold ironing e di collegarsi così alla rete elettrica terrestre, riducendo a zero le emissioni.

Nel complesso, l'innovativo design idrodinamico della nave e la sua innovativa tecnologia aiuteranno a ridurre l'impatto della nave sull'ambiente. Curioso ricordare che lo stesso cantiere nel 2018 aveva consegnato la prima nave da crociera della storia con propulsione duale diesel Gnl: "AidaNova" di Aida Kreuzfahrten. Ora con una nave con un nome con il medesimo suffisso (“Nova”) Meyer Werft apre la strada a questa nuova tecnologia che porterà gradualmente l’industria crocieristica ad emissioni zero entro il 2050.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: