Ambassador non è partita e già compra un'altra nave

Ambassador Cruise Line, marchio premium dedicato al mercato britannico fondato da ex dirigenti della fallita Cmv, ha annunciato l’acquisto dalla compagnia tedesca Aida Kreuzfahrten (gruppo Costa Crociere) della piccola "AidaMira" (già "Costa NeoRiviera")

di Matteo Martinuzzi

Monfalcone - Ambassador Cruise Line, marchio premium dedicato al mercato britannico fondato da ex dirigenti della fallita Cmv, ha annunciato l’acquisto dalla compagnia tedesca Aida Kreuzfahrten (gruppo Costa Crociere) della piccola "AidaMira" (già "Costa NeoRiviera") che però debutterà con il nuovo marchio nel 2023, con il nome di "Ambition": questo può essere interpretato come un segnale di fiducia nella normalizzazione del settore delle crociere, pesantemente colpito dagli effetti della pandemia. La compagnia Ambassador è ancora in attesa di partire con la sua prima nave da 70 mila tonnellate di stazza lorda, parliamo dell’attuale "Satoshi", che verrà ribattezzata "Ambience" e che attualmente si trova a Fiume nel cantiere Viktor Lenac per i lavori di trasformazione. Questa nave è molto legata al nostro Paese, visto che è stata la seconda unità da crociera realizzata da Fincantieri dopo il suo rientro nel mercato delle costruzioni passeggeri.

Venne consegnata dal cantiere di Monfalcone nel 1991 con il nome di "Regal Princess": «Siamo lieti della calorosa accoglienza riservata all’introduzione di Ambassador Cruise Line sul mercato. L’aggiunta di Ambition alla flotta riflette la nostra fiducia e la volontà di investire nel futuro e nel settore crocieristico. Siamo particolarmente entusiasti di offrire opzioni di partenza regionali per la nostra nuova nave nel 2023, offrendo anche agli ospiti che viaggiano da London Tilbury una più ampia scelta di partenze. Chiaramente, siamo tutti concentrati sul successo della stagione inaugurale di "Ambience" che inizierà ad aprile di quest’anno, ma siamo certi che gli ospiti, così come i nostri partner commerciali, saranno entusiasti di conoscere i piani di crescita di Ambassador» dice l’amministratore delegato della compagnia, Christian Verhounig. Secondo quanto fanno sapere a Ambassador, le due navi offriranno crociere no-fly rivolte principalmente al mercato degli ultracinquantenni britannici. Oltre a Londra Tilbury, "Ambtion" offrirà una programmazione inaugurale che comprenderà partenze dai porti di Newcastle, Dundee, Belfast, Liverpool, Bristol e Falmouth, questo per consentire agli ospiti di tutto il Regno Unito di avere una distanza più breve da percorrere per provare il servizio di Ambassador.

Tutto questo in linea con i principi del turismo crocieristico di prossimità che le compagnie si sono dovute reinventare dopo la pandemia. La nuova nave della flotta da 48 mila tonnellate di stazza lorda sarà in grado di ospitare al suo interno fino a un massimo di 1.200 passeggeri in 714 cabine, 125 delle quali con balcone privato. Tra i servizi di bordo anche due ristoranti principali, due punti ristoro, una caffetteria in stile bistrot, quattro bar e saloni e un pub. La nave è stata costruita e consegnata nel 1999 dai cantieri francesi Chantiers de l'Atlantique per la compagnia Festival Crociere, in seguito fallita, per poi essere ribattezzata "Grand Mistra"l con il passaggio a Iberocruceros.

Dopo che Carnival Corporation ha deciso di chiudere questo marchio dedicato al mercato spagnolo, la nave è passata a Costa Crociere con il nome "Costa neoRiviera": infine ha subìto l’ultimo intensivo refitting nel 2019 prima di aggiungersi alla flotta Aida con il nome di "AidaMira". Quest’ultima faceva parte delle quattro piccole navi Aida dedicate al programma Aida Selections (viaggi ricercati di lunga durata). Due di queste sono state vendute da Carnival Corporation nel corso del suo programma di dismissione delle navi meno efficienti per far fronte alla crisi dovuta alla pandemia, così oggi il brand tedesco era rimasto con solo "AidaVita" e "AidaAura" a disposizione per questi viaggi così particolari. Per questo motivo la più grande "AidaSol" si aggiungerà a questo programma e diventerà nell’ottobre di quest’anno la prima nave di classe Sphinx a intraprendere un giro del mondo di 117 giorni a partire del prossimo ottobre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA