L'ombra del caso depositi sulla nuova linea Grimaldi da Savona / IL CASO

Il porto di Genova perde traffici, quello di Savona li guadagna. Effetto probabilmente del possibile spostamento dei depositi chimici di Carmagnani e Superba a Ponte Somalia e del divieto da parte di Palazzo San Giorgio, sempre sulla stessa aera, di movimentare passeggeri oltre che merci

di Matteo Dell'Antico

Genova - Il porto di Genova perde traffici, quello di Savona li guadagna. Effetto probabilmente del possibile spostamento dei depositi chimici di Carmagnani e Superba a Ponte Somalia e del divieto da parte di Palazzo San Giorgio, sempre sulla stessa aera, di movimentare passeggeri oltre che merci. Il gruppo Grimaldi ha annunciato ieri un nuovo collegamento marittimo fra Savona e Porto Torres che sarà inaugurato ad aprile: un traghetto misto merci-passeggeri. Secondo quanto risulta a Il Secolo XIX-the MediTelegraph, la nuova rotta annunciata su Savona porterà alla soppressione dell’attuale collegamento Ro-ro tra Genova, Porto Torres e Cagliari operato sempre da Grimaldi con la nave Eurocargo Napoli che attualmente scala Ponte Somalia, al terminal San Giorgio, negli stessi spazi in cui l’Autorità portuale ha deciso, su indicazione di Palazzo Tursi, di spostare i depositi di Carmagnani e Superba sottraendo ai traffici un’area di 77 mila metri quadrati e mandando su tutte le furie l’armatore Grimaldi che ha fatto ricorso al tribunale amministrativo regionale per bloccare l’operazione.

Non solo: l’Authority ha pure bocciato la richiesta del terminal San Giorgio di poter gestire nel bacino portuale di Sampierdarena traffici passeggeri, oltre che merci, di fatto limitando l’espansione e la crescita sempre del gruppo Grimaldi. Il nuovo collegamento che partirà da Savona, invece, avrà frequenza trisettimanale con partenze ogni martedì, giovedì e sabato, dall'11 aprile fino al primo luglio e dal 19 settembre al 31 dicembre. In alta stagione, dal 2 luglio al 18 settembre, le partenze settimanali saliranno a sei. In bassa stagione è previsto, oltre a Porto Torres, uno scalo anche a Cagliari il sabato. La nave, dotata di 202 cabine, può trasportare fino a 1.720 passeggeri e circa duemila metri lineari di merce rotabile (automobili, furgoni, camion, semi-rimorchi): «La Sardegna è da anni al centro dei nostri investimenti» spiega Emanuele Grimaldi, amminstratore delegato del gruppo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA