Sardegna, il traffico passeggeri verso i livelli del 2019

Cagliari - Tre crociere in contemporanea nel porto di Cagliari, una ad Arbatax e traffico passeggeri in costante aumento in tutti i porti. Sono numeri che confermano il ritorno alla normalità per il mercato crocieristico e turistico

Cagliari - Tre crociere in contemporanea nel porto di Cagliari, una ad Arbatax e traffico passeggeri in costante aumento in tutti i porti. Sono numeri che confermano il ritorno alla normalità per il mercato crocieristico e turistico, quelli previsti per il lungo fine settimana di Pasqua negli scali del sistema portuale sardo. A partire appunto dal porto del capoluogo, che proprio lunedì prossimo ospiterà nelle banchine del Rinascita la "Firenze" di Costa Crociere, la "Island Sky" di Noble Caledonia e la "Clio" della Grand Circle Line, quest’ultima in notturna dalla domenica di Pasqua. Oltre 3.000 passeggeri, quelli previsti in due giorni, che visiteranno la città di Cagliari - sia con tour guidati che autonomamente - e le mete escursionistiche storiche e culturali del Sud Sardegna.

Un primo e concreto segnale di ripresa per un 2022, che con circa 180 navi in calendario, riporta gradualmente il Sistema dei porti sardi ai numeri prepandemia, e un rinnovato richiamo per le soste in banchina per più giorni; la possibilità di imbarco dai principali porti di Cagliari ed Olbia con le navi Costa e Msc. Per quanto riguarda la "Clio", la nave sarà ad Arbatax martedì 19 aprile. Tappa fondamentale per il rilancio del porto ogliastrino e conferma del grande potenziale dell’offerta diversificata dell’Isola sul mercato delle crociere, che raggiungerà il culmine nella seconda metà dell’anno con diverse toccate doppie dell’ "AidaStella" su Cagliari ed Olbia.

Se il mercato delle crociere restituisce fiducia nella ripartenza, si può già parlare invece di nuovo primato di traffico sul versante traghetti. Dopo un trimestre di rapido riavvicinamento ai numeri del 2019 (che rimane sopra del 10%), la prima decade di aprile 2022 segna il decisivo sorpasso con una crescita del 29% dei passeggeri rispetto al periodo pre-coronavirus. Oltre 9.000 in più (da 31 mila del 2019 a poco più di 40 mila dell’anno in corso), quelli in arrivo e partenza negli scali di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci e Arbatax, premessa per una stagione turistica più che positiva per i traffici marittimi: “La concomitanza di tre navi da crociera in porto a Cagliari, una delle quali si tratterrà per due giorni a cavallo tra la domenica ed il lunedì di Pasqua per proseguire, il giorno seguente, su Arbatax, è un ulteriore segnale che abbiamo imboccato il percorso verso l’uscita dall’emergenza sanitaria e la piena ripartenza del settore - spiega Massimo Deiana, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sardegna -. Possiamo finalmente volgere lo sguardo in avanti, tornare protagonisti nel mercato crocieristico, e contestualmente puntare a superare i numeri record del 2019 sui traffici passeggeri, per una stagione che auspichiamo possa farci lasciare alle spalle due anni estremamente difficili. Un lungo periodo durante il quale il nostro sistema portuale, proprio per la sua conformazione e compattezza, ha saputo mantenere una rotta decisa ed affrontare con particolare resistenza le nebbie della crisi, senza mai perdere di vista gli obiettivi strategici da perseguire, tra tutti il mantenimento dei livelli di traffico passeggeri e crocieristici ai quali oggi guardiamo con estrema soddisfazione”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA