In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog

Blanco (Terminal Auto): "Savona nel circolo del turismo con la linea per Porto Torres" / LA GALLERY DELLA NAVE

Savona-Sardegna: buona la prima. È andato tutto liscio, ieri, in occasione dell’esordio di Savona e del suo porto nel circuito Grimaldi Lines. Alle 8.30 di ieri mattina, per la prima volta, il traghetto della compagnia marittima ha unito la Sardegna al porto savonese

Silvia Campese
2 minuti di lettura

Savona-Sardegna: buona la prima. È andato tutto liscio, ieri, in occasione dell’esordio di Savona e del suo porto nel circuito Grimaldi Lines. Alle 8.30 di ieri mattina, per la prima volta, il traghetto della compagnia marittima ha unito la Sardegna al porto savonese trasportando dall’isola al continente 100 passeggeri, con una settantina di mezzi a seguito. In serata, il percorso inverso: sono stati 350 i primi passeggeri, salpati da Savona per raggiungere la Sardegna, insieme a 195 automezzi. È una data importante, quella di ieri, per la città della Torretta e per lo sviluppo del porto: dopo l’accordo, ormai collaudato, con Costa Crociere e la linea di traghetti, da Vado, per la Corsica, ieri un nuovo passo importante per l’economia portuale, ma anche della città. Se soltanto un anno fa la strada per un concreto sviluppo della linea Liguria-Sardegna, con partenza da Savona e non da Genova, sembrava assai ostica, il progetto, ieri, è divenuto realtà. Il tutto a seguito di un lavoro che ha coinvolto tanti attori: primo fra tutti Giorgio Blanco, presidente e amministratore delegato della società Savona Terminal Auto, che ha reso possibile l’operazione anche a livello di infrastruttura: "Sono stati fondamentali il ruolo e la collaborazione di Autorità portuale di sistema - dice Blanco - insieme alla Capitaneria di porto e al Comune di Savona, che ha accolto con entusiasmo il progetto. Siamo molto soddisfatti del risultato e, oggi, non nascondiamo un po’ di emozione salendo, per la prima volta, a bordo del traghetto che congiungerà il nostro porto con la Sardegna".

LA LINEA
Nel periodo di bassa stagione, dal 18 settembre al primo luglio, la linea effettuerà tre collegamenti a settimana. Gli arrivi a Savona sono previsti il martedì, giovedì e sabato alle 8.30 del mattino, mentre le partenze avverranno lo stesso giorno alle 20.30, escluso il sabato, con partenza alle 18.30. Sempre il sabato lo scalo, nell’isola, sarà doppio: Porto Torres e Cagliari. Nella media stagione, dal 2 luglio al 13 agosto, i collegamenti saranno rafforzati: scali quotidiani con arrivi alle 18.30 e partenza alle 22. In alta stagione, dal 14 luglio al 17 settembre scali ogni giorno con orari 7.30 (arrivi) e 10.30 (partenza).

PASSEGGERI
"I numeri di ieri, trattandosi del primo viaggio, sono stati significativi contando che la linea è al suo esordio - ha detto Milena Guarino Savona Terminal Auto -. A pieno regime, il traghetto potrà trasportare 1.700 passeggeri. Sempre ieri, dalla Sardegna è arrivato un gruppo di 16 viaggiatori a piedi, sprovvisti di mezzi, tra cui una comitiva di studenti dell’Istituto Nautico di Porto Torres, in visita al porto e alle strutture di formazione savonesi. Una tipologia di scambio che verrà intensificata. Per chi viaggi senza mezzi propri, Tpl ha messo a disposizione un servizio di bus navetta con un punto di partenza in piazza del Brandale e in piazza Mameli".

TURISMO
Non solo per il porto, ma anche per la città di Savona il nuovo collegamento può costituire un volano importante dal punto di vista turistico. «La rotta marittima, con l’identificazione della città quale sede per i collegamenti via mare, sono un ottimo biglietto da visita - dice Blanco - Savona entra in un nuovo e ulteriore circuito virtuoso, che aprirà uno sviluppo turistico". Pur trattandosi di un turismo mordi e fuggi, starà agli operatori turistici e al Comune trattenere in città i viaggiatori di Grimaldi Lines, diretti in Sardegna. In questo senso, sono già allo studio “pacchetti” con tour veloci e con offerte commerciali, rivolte alla particolare tipologia di utenti in transito da Savona. L'utenza attesa è quella del Piemonte, Lombardia, Veneto e Francia.

(Crediti: Enzo Pugno)

I commenti dei lettori