Virgin e Holland America, a Olbia le crociere tornano in grande stile

La stagione crocieristica nel porto di Olbia entra nel vivo. Dopo un mese di rallentamento del mercato e a tre anni di distanza dall’ultimo doppio scalo, questa mattina l’Isola Bianca ospita in contemporanea l’approdo della "Nieuw Statendam" e della "Valiant Lady"

La "Valiant Lady" della Virgin Cruises

Olbia - La stagione crocieristica nel porto di Olbia entra nel vivo. Dopo un mese di rallentamento del mercato e a tre anni di distanza dall’ultimo doppio scalo, questa mattina l’Isola Bianca ospita in contemporanea l’approdo della "Nieuw Statendam" della Holland America Line e la tappa inaugurale - che segue quella di Cagliari del 19 maggio scorso - della "Valiant Lady", nave per soli adulti di Virgin Voyages. Circa 2.400 i crocieristi sbarcati dalle due navi, principalmente americani quelli della "Valiant Lady", olandesi, inglesi, canadesi ed americani quelli della "Nieuw Statendam". Per i 1.000 a bordo della nuova nata in casa Virgin, compagnia di Sir Richard Branson che ha inserito Olbia nel programma French Daze & Ibiza Nights, con partenza da Barcellona e tappe a Marsiglia, Cannes, Ibiza e rientro nel porto catalano, escursioni all’arcipelago della Maddalena, Porto Cervo, Cantine Surrau, visita ai siti archeologici di La Prisgiona e alle Tombe dei Giganti di Arzachena e Jeep Safari nelle zone interne.

La "Nieuw Statendam" della Holland America Line

Tour a La Maddalena, in Costa Smeralda e ai vigneti Piero Mancini di Balajana, invece, per i 1.400 passeggeri della nave del gruppo Carnival. Buona parte del gruppo ha visitato il centro di Olbia per un giro nei negozi. Quelli i oggi sono rispettivamente il settimo e l’ottavo scalo dei 51 previsti in calendario. Numero che riporta gradualmente il porto olbiese fuori dalla crisi pandemica, che negli ultimi due anni ha completamente azzerato il mercato. Se quella della Holland America è l’unica toccata dell’anno, per la nave della Virgin sono previsti altri cinque scali: uno al mese, fino al 13 ottobre: “Un doppio evento per il porto di Olbia - spiega Massimo Deiana, presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mare di Sardegna -. Da una parte, a distanza di tre anni, registriamo la presenza in contemporanea di due navi all’Isola Bianca, fatto che ci riporta all’ottimismo del periodo pre-pandemia e ai grandi numeri delle passate stagioni. Dall’altra celebriamo lo scalo inaugurale in Gallura della Virgin Voyages, compagnia extralusso che dopo la tappa di Cagliari del 19 maggio scorso, approda a Olbia a coronamento di un lavoro lungo due anni che ha portato il gruppo inglese a inserire i nostri due porti tra le tre tappe strategiche italiane della programmazione nel Mediterraneo. È un segnale di come il sistema Sardegna mantenga altissimo il livello di competitività nel mercato crocieristico, consentendo, grazie al sempre più consolidato fenomeno del multiscalo, importanti ricadute su tutto il territorio isolano che, proprio grazie a queste navi e alle migliaia di passeggeri in visita, beneficia di una promozione unica ed efficace a livello globale”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA