In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
Nonostante la crisi pandemica nel Paese

Crociere, la compagnia 100% cinese ha avviato la rete di vendita

Primi passi in Cina per la partenza delle prime crociere della Adora Cruises, la nuova compagnia crocieristica cinese nata a seguito della joint venture tra i cantieri Cssc e la Carnival Corporation

di Matteo Martinuzzi
Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Monfalcone – Primi passi in Cina per la partenza delle prime crociere della Adora Cruises, la nuova compagnia crocieristica cinese nata a seguito della joint venture tra i cantieri Cssc e la Carnival Corporation.

Questo marchio dedicato al mercato cinese ha annunciato la nomina dei direttori vendite. Si tratta di un primo passaggio per poter rendere operative le navi che sono già di proprietà di Adora dopo gli anni della pandemia e della politica zero-Covid in Cina che ha di fatto azzerato l’industria turistica nazionale.

Potrebbe apparire una contraddizione, considerando l’ondata pandemica che sta investendo il Paese, ma le assunzioni programmate dalla Cssc-Carnival China Cruise Shipping sono un passo fondamentale per pensare di vedere (non si quando ancora) la ripresa dell’industria crocieristica cinese.

Infatti la costituzione di una solida rete di vendita è necessaria per poter arrivare al consumatore finale. La società ha annunciato la nomina di Chen Yinglan come direttore delle vendite della regione della Cina Orientale, Lin Binbin come direttore delle vendite della regione della Cina Meridionale e Sun Wen come direttore delle vendite della regione della Cina Settentrionale.

Chen Ranfeng, amministratore delegato della Cssc Carnival, ha dichiarato che i tre manager scelti per rilanciare il settore in Cina “sono senior cruise people profondamente coinvolti nel settore per molti anni. Sono anche leader nel campo delle vendite di crociere. Hanno una ricca esperienza nel marketing e una solida base industriale nelle rispettive regioni. Li aspetta un ruolo importante nell’espansione del mercato di Cssc Carnival”.

La società ha affermato che utilizzerà una strategia operativa multi-nave e multi-porto, programmando rotte internazionali nell’Asia orientale e nel sud-est asiatico durante tutto l’anno.

Adora Cruises si concentrerà sulle navi con porto d’imbarco in Cina, ma si impegna anche a vendere partenze internazionali, secondo quanto comunicato dalla compagnia. Ma quando sarà possibile tutto questo? La strada pare ancora lunga e tortuosa, tanto che i principali operatori del settore non prevedono di tornare sul mercato cinese prima del 2025.

La joint venture sino-americana ha già visto durante il periodo pandemico il trasferimento di due navi dalla Costa Crociere: prima la “Costa Atlantica” e poi la “Costa Mediterranea”: ma attualmente le due navi si trovano in disarmo da mesi all’ancora a Limassol.

La prima operazione da fare sarà un refitting che preveda il loro adattamento ai desiderata dei crocieristi cinesi e la pitturazione della nuova livrea sullo scafo. La “Atlantica” era già stata cinesizzata durante la sua gestione da parte di Costa Asia, inevitabile che qualcosa di simile accada anche a “Mediterranea”: mon ultimo andrà scelto un nuovo nome iconico per entrambe le navi.

Si tratta quindi di un lavoro non da poco che non si sa quando prenderà il via vista l’incertezza perdurante in Cina. La consacrazione del nuovo marchio sarà però possibile grazie alle nuove costruzioni che sono in corso di realizzazione nei cantieri Waigaoqiao di Shanghai, uno dei maggiori del Paese.

Nello specifico, sono due navi da crociera della rodata classe Vista realizzate grazie alla collaborazione tra Cssc e la Fincantieri con consegne entro la fine del 2023 e nel 2025. La prima avrà una stazza lorda di circa 135 mila tonnellate di stazza lorda, la seconda sarà invece una versione allungata di questa piattaforma di successo con 142 mila tsl: avranno delle caratteristiche che si sposeranno con gli usi e costumi dei turisti cinesi. Se, però, la prima nave sarà effettivamente pronta a fine anno, è ancora un’incognita.

I commenti dei lettori