In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
Dopo l’esperienza degli alberghi galleggianti Msc

Il Qatar scommette sull’effetto mondiali e punta a 200 mila crocieristi nel 2023

Dopo i mondiali di calcio che hanno puntato i riflettori sul Qatar per circa un mese, ora Doha cercherà di monetizzare questa pubblicità attirando i turisti delle navi da crociera, che nel Golfo Persico non mancano

di Matteo Martinuzzi
2 minuti di lettura

La "Costa Toscana" 

 

Monfalcone – Dopo i mondiali di calcio che hanno puntato i riflettori sul Qatar per circa un mese, ora Doha cercherà di monetizzare questa pubblicità attirando i turisti delle navi da crociera che nel Golfo Persico non mancano. In pochi giorni hanno effettuato nel nuovo terminal crociere cittadino il loro primo scalo prima la “Costa Toscana” della Costa Crociere e poi la “AidaCosma” della Aida Kreuzfahrten.

La "AidaCosma" (vesselfinder)

 

Questa avveniristica infrastruttura portuale era stata inaugurata in occasione del battesimo della “Msc World Europa” poco prima dell’inizio della rassegna iridiata. La lunga ed elegante struttura in stile arabo con 1.174 archi si trova alla fine di una lunga e ampia strada contrassegnata da lampade decorate.

La "Msc World Europa"

 

La banchina di 800 metri permette di ospitare due grandi navi contemporaneamente; dispone di due ingressi separati che sono in grado di far fronte ciascuno alla movimentazione di 7.000 passeggeri giornalieri.

La "Msc Poesia"

 

Durante la Coppa del Mondo (20 novembre-18 dicembre 2022) la Msc Crociere ha noleggiato tramite la Fifa la “World Europa”, la “Msc Poesia” e la “Msc Opera” che sono state utilizzate come alberghi galleggianti per i tifosi delle varie nazionali impegnate nel torneo.

La "Msc Opera" in un'immagine di archivio 

 (afp)

Ora il nuovo terminale è tornato a disposizione delle navi da crociera operative: il Qatar prevede 120 scali per un totale di circa 200 mila visitatori nella stagione 2023/24. Fare previsioni al momento non è facilissimo visto che le navi non viaggiano ancora a pieno carico perché il mercato non è ritornato ai livelli pre-pandemici nel Golfo Persico.

La "Mein Schiff 6" (vesselfinder)

 

Infatti le due navi della Carnival Corporation gestite dal gruppo Costa sono in grado di ospitare a pieno carico ben 6.500 passeggeri ciascuna. Ma in occasione del primo approdo a Doha la “Costa Toscana” aveva a bordo 3.474 crocieristi e l’ “AidaCosma” 3.624.

Comunque con la ripresa del settore dopo il coronavirus nel 2021-2022, l'industria crocieristica ha contribuito ad una crescita significativa del settore turistico del Qatar. Nel dicembre 2022, il porto di porto di Doha ha accolto circa 8.000 visitatori, principalmente dall'Italia e dalla Russia.

La stagione crocieristica 2021-2022 si è conclusa invece con il superamento della soglia dei 100 mila passeggeri. Numero che verrà sicuramente battuto nella nuova stagione nonostante le incertezze, visto che fino ad aprile ormeggeranno alle banchine di Doha oltre la “Costa Toscana” (altre otto toccate) e l’ “AidaCosma” (altre 12 toccate), anche la “Msc World Europa” e la “Mein Schiff 6” della Tui Cruises.

Fino ad aprile saranno invece 58 in totale gli scali delle navi passeggeri: secondo Maryam Saoud, capo del Gestione prodotto all’ente del turismo qatariota, la stagione è iniziata bene con la diversificazione del portafoglio clienti, “a testimonianza della nostra crescita sia dimensionale che qualitativa”.

Infatti delle quattro grandi navi in transito nella prima parte della stagione, tre sono dotate di motori a doppia alimentazione gasolio-gas naturale liquefatto. Sempre Saoud in occasione della cerimonia a bordo della “Toscana” ha che “questa è una nave da crociera alimentata a Gnl che sottolinea il nostro impegno per la sostenibilità nello sviluppo del settore delle crociere. Non vediamo l'ora di accogliere migliaia di visitatori e deliziarli con il calore, l'ospitalità e la gamma di esperienze che il Qatar ha da offrire”.

L’industria crocieristica ha debuttato in Qatar nel 2016, e ha contribuito a posizionare il Paese come una destinazione popolare per il turismo marittimo. La crescita del settore sostiene l'economia attraverso l'aumento della spesa turistica, opportunità commerciali e occupazione.

I commenti dei lettori