Cuoco scomparso su nave da crociera, prelevato dna ai genitori

Cremona - A dieci anni da quel 25 novembre del 2009, giorno in cui Angelo Faliva è scomparso senza lasciare traccia, i poliziotti della Scientifica di Milano sono arrivati a Cremona su ordine del Ministero degli Esteri per prelevare il Dna dei genitori dello chef.

Cremona - A dieci anni da quel 25 novembre del 2009, giorno in cui Angelo Faliva è scomparso senza lasciare traccia, i poliziotti della Scientifica di Milano sono arrivati a Cremona su ordine del Ministero degli Esteri per prelevare il Dna dei genitori dello chef scomparso dalla nave da crociera Coral Princess in viaggio da Aruba a Cartagena, in Colombia.
Gli agenti hanno prelevato campioni da Roberto, Giuseppina e alla figlia Chiara. Il materiale biologico sarà quindi inviato in Colombia e confrontato con il profilo genetico di corpi mai identificati ritrovati in questi anni nella zona della scomparsa. Non solo. Gli agenti hanno portato via dalla casa cremonese una camicia e tre paia di ciabatte di Angelo recuperate all’epoca dell’ultimo imbarco dalla sua cabina.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: