Dakar 2020, il trasferimento Francia-Arabia Saudita a bordo di una nave Messina

A fine gennaio, a rally ultimato, tutti i mezzi e i materiali saranno reimbarcati sulla nave italiana con destinazione Marsiglia

Dakar 2020: il team russo guidato da Eduard Mikolaev

Genova - Nonostante i venti di guerra, è stato completato con successo da parte di una nave italiana dell'armatore Messina il trasferimento in blocco di moto, auto e camion della Dakar 2020 dalla Francia all'Arabia Saudita, dove sta per iniziare la prima edizione della corsa svolta interamente in quel paese su 8.000 chilometri di deserto. In tutto, 140 moto, 72 auto, 45 camion, 43 Ssv, 20 quad, 300 mezzi di assistenza e 10 elicotteri sono stati sbarcati nel porto saudita di Gedda dalla nave Jolly Palladio. «Siamo orgogliosi di aver trasportato i mezzi della Dakar 2020 in Arabia Saudita, Paese con cui vantiamo relazioni dal 1936 e per il quale offriamo un servizio con le navi porta contenitori più grandi mai costruite al mondo» ha dichiarato l'ad Ignazio Messina. Il carico ha occupato oltre 5 chilometri lineari di spazio stiva. A fine gennaio, a rally ultimato, tutti i mezzi e i materiali saranno reimbarcati sulla nave italiana con destinazione Marsiglia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA