Frattura in Assiterminal, Legora De Feo: "Becce? Posizioni personali non condivise. Impari a fare il presidente"

Genova - Il numero due dell'associazione parte all'attacco: "Non si può trascinare Assiterminal in questioni che non le appartengono. E' già avvenuto con la polemica con il Calp, ora basta".

Genova - "Non ho chiesto le dimissioni di Becce. Ho solo chiesto che l'associazione non venga coinvolta in questoni che non le appartangono". Pasquale Legora De Feo, numero due di Assiterminal, attacca la posizione di Luca Becce sull'emedamento "Psa-Sech": "Si tratta di questioni personali legittime, ma non condivise con l'associazione. E questo e' già avvenuto in passato, quando il presidente fu attaccato dal Calp (il collettivo autonomo del porto di Genova) e si fermo il tavolo sul contratto nazionale. L'uomo deve imparare a fare il presidente - dice ancora legora de Feo - E' legittimo sostenere quelle tesi a livello personale, ma Becce non coinvolga l'associazione". Il vice presidente di Assiterminal guida Conateco, la banchina di Msc a Napoli e si dice contrario ad un emendamento che abroghi l'articolo 18 comma 7 della legge portuale: "Il provvedimento va inquadrato in una logica di monopolio. Noi non lo accettiamo e quindi non sono assolutamente favorevole agli emendamenti".

Legora De Feo ha anche scritto una lettera a tutti gli associati ad Assiterminal.

©RIPRODUZIONE RISERVATA