Indagato dalla procura di Genova il comandante della nave libanese Bana

Genova - Agenti della Digos, Capitaneria e Polizia di frontiera hanno sequestrato la plancia della nave e i locali dove ci sono le strumentazioni, la scatola nera, i diari di bordo e i computer. In queste ore sono in corso contatti con le autorità francesi

La nave Bana a Genova

Genova - La procura di Genova ha indagato il comandante della Bana, il cargo libanese fermo a Genova da due giorni sospettato di traffico di armi e cingolati dalla Turchia alla Libia, per traffico internazionale di armi. Agenti della Digos, Capitaneria e Polizia di frontiera hanno sequestrato la plancia della nave e i locali dove ci sono le strumentazioni, la scatola nera, i diari di bordo e i computer. In queste ore sono in corso contatti con le autorità francesi. La nave, di solito, trasporta auto radiate dall'Europa verso il Nord Africa. Ma il cargo, battente bandiera libica, ha anche percorso le rotte dalla Turchia verso la Libia. A insospettire gli investigatori il fatto che in alcuni casi sarebbe stato spento il sistema di identificazione automatica rendendo non tracciabile la nave dopo Creta. La nave già nel 2017 avrebbe trasportato pick up blindati a Tobruch, comprati dalle milizie.
La Marina francese aveva confermato che una fregata turca aveva scortato il 29 gennaio una nave che trasportava mezzi blindati da trasporto truppe a Tripoli confermando le accuse mosse da media vicini al generale Khalifa Haftar.

©RIPRODUZIONE RISERVATA