Spagna: Cadice vuole diventare un hub portuale

Il porto concentrerà la sua attività di marketing dei prossimi mesi su tre azioni principali: lo sviluppo di eventi professionali e di seminari, l’organizzazione di dibattiti e confronti analitici (denominati “Let’s talk Cádiz”) e, infine, la realizzazione del Neo Cádiz Bay Summit

Il porto di Cadice

di Elisa Gosti

Genova - Cadice punta sullo sviluppo economico portuale. Trasformare la Baia in un hub di riferimento per la logistica e rafforzare l’economia regionale: è questo il proposito dell’associazione Cádiz-Port che, nelle scorse settimane, ha presentato il progetto “Neo Cádiz Bay”. ha spiegato il presidente dell’associazione Rafael Fernández nel corso dell’ultimo meeting. L’associazione Cádiz-Port, fondata nel 1997 per promuovere il porto di Cadice, si propone di affrontare le nuove sfide del settore prestando particolare attenzione alle nicchie di mercato emergenti. La strategia si rivolge principalmente a tre settori: marittimo, energie rinnovabili (blue economy) e offshore ma, come è stato dichiarato dallo stesso Rafael Fernández, l’associazione è aperta a tutte le richieste e ai suggerimenti di tutti.

La Cádiz-Port, quindi, concentrerà la sua attività di marketing dei prossimi mesi su tre azioni principali: lo sviluppo di eventi professionali e di seminari, l’organizzazione di dibattiti e confronti analitici (denominati “Let’s talk Cádiz”) e, infine, la realizzazione del Neo Cádiz Bay Summit. Secondo quanto spiega il presidente Fernández, scopo principale del progetto è la creazione di un dibattito proattivo tra aziende, autorità ed esperti del settore per effettuare una valutazione circa le reali possibilità di trasformare la Baia di Cadice in un centro operativo logistico dedicato alla manutenzione e alla riparazione di navi e di altre strutture marittime. Un’azione di primaria importanza che permetterebbe all’intero settore marittimo regionale di fare un significativo passo in avanti. Allo stesso tempo, Neo Cádiz Bay viene concepito come una modalità per promuovere il confronto tra gli stakeholder. - organizzando eventi che prevedano la partecipazione di esperti del settore in grado di offrire il proprio contributo grazie alla condivisione di idee, strategie e opportunità - e generare un dibattito positivo che consenta di mettere a denominatore comune soluzioni applicabili ai problemi locali. Ultima, ma non certo per importanza, l’organizzazione del Neo Cádiz Bay Summit rappresenta un’opportunità assoluta per presentare la Baia di Cadice come un centro logistico di primaria importanza, capace di offrire i vantaggi di un parco industriale grazie alla posizione strategica, tra l’Europa e il continente africano, valorizzando in questo modo anche il grande lavoro già portato avanti dalle aziende locali. Un progetto ambizioso che, se realizzato, potrà cambiare il destino di una città portale quale Cadice e definire lo sviluppo economico di un’intera regione.
La città di Cadice, situata sulla costa meridionale della Spagna, a pochi chilometri dalla costa africana, conta circa 116mila abitanti. Il suo porto, grazie alla posizione, ha sempre avuto un’importanza strategica, in particolare per i traffici tra la Spagna e le cosiddette “colonie d’oltremare”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA