Fondazione Grimaldi in campo contro il coronavirus

Napoli - Dopo aver contribuito con la somma di 100 mila euro alla raccolta fondi promossa dall’Unione degli Industriali di Napoli, la Fondazione Grimaldi, la più importante onlus privata del Centro-Sud, scende nuovamente in campo.

di B. d'A.

Napoli - Dopo aver contribuito con la somma di 100 mila euro alla raccolta fondi promossa dall’Unione degli Industriali di Napoli, la Fondazione Grimaldi, la più importante onlus privata del Centro-Sud - costituita 13 anni fa dall’omonimo gruppo armatoriale e dotata di un patrimonio di 23 milioni di euro interamente finanziato dalla famiglia Grimaldi - scende nuovamente in campo.

In sintonia con la Regione Campania e la Protezione Civile, mette, infatti, a disposizione le proprie reti commerciali, conoscenze ed i tanti contatti disseminati in tutto il mondo per dare una mano concreta alle strutture sanitarie della Campania impegnate, come tutta Italia del resto, nella emergenza da coronavirus. Non si tratta di una raccolta fondi da mettere a disposizione degli ospedali ma della disponibilità ad utilizzare canali legati all’attività del gruppo armatoriale per rendere possibile un più facile acquisto di quanto serve per far fronte a questa emergenza straordinaria. Così si è riusciti ad acquistare 600 mila mascherine comprese quelle con il filtro respiratorio per un costo di 1,3 milioni di euro mentre sono stati avviati contatti per l’arrivo di 200 ventilatori respiratori ed un altro cospicuo carico di mascherine, con l’impegno diretto  delle professionalità e delle capacità imprenditoriali del gruppo Grimaldi per affrontare i lacci burocratici favorendo l’impiego immediato dei fondi. Lo spiega chiaramente il direttore della Fondazione, Luca Marciani:”Con i fondi della Fondazione e degli imprenditori che condividono il progetto, prendiamo contatti soprattutto con la Cina, acquistiamo e facciamo arrivare direttamente ed il più rapidamente possibile in Campania quanto serve alla Protezione civile ed agli ospedali della nostra Regione”

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: