Trasporti verso la Sardegna, il Tar dice no alla richiesta di sospendere il decreto del Mit

Nel fissare il prossimo 8 luglio l'udienza in camera di consiglio per l'esame collegiale del ricorso, il Tar ha considerato che «nella specie, non sussistono le condizioni per disporre l'accoglimento dell'istanza anzidetta nelle more della celebrazione della camera di consiglio»

Roma - Nessuna sospensione cautelare urgente del decreto con il quale martedì scorso il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro della salute, ha limitato fino al 12 giugno il trasporto marittimo di viaggiatori di linea da e verso la Sardegna ai servizi svolti in continuità territoriale, con la previsione di riattivare dal 13 giugno tutti i collegamenti da e per la Sardegna verso i porti nazionali e viceversa. L'ha deciso con un decreto monocratico il presidente della terza sezione del Tar del Lazio, respingendo una richiesta urgente in tal senso avanzata dalla società Grimaldi Euromed.
Nel fissare il prossimo 8 luglio l'udienza in camera di consiglio per l'esame collegiale del ricorso, il Tar ha considerato che «nella specie, non sussistono le condizioni per disporre l'accoglimento dell'istanza anzidetta nelle more della celebrazione della camera di consiglio». Di qui, il rigetto della richiesta con la fissazione dell'udienza collegiale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA