Duci (Federagenti): "Forse è stato un errore garantire i servizi essenziali al Paese"

"Il settore dell’armamento - ha detto Duci - è stato completamente dimenticato, con la beffa finale della cancellazione nella fase di pubblicazione del decreto Rilancio dei 35 milioni di sgravi contributivi per il cabotaggio italiano"

Genova - "Il sistema marittimo portuale non solo non rientra nelle priorità ma sembra non rientrare nel quadro ottico del governo". Lo ha detto in una video-intervista al magazine ShipMag il presidente di Federagenti, Gian Enzo Duci.
"Il settore dell’armamento - ha detto Duci -  è stato completamente dimenticato, con la beffa finale della cancellazione nella fase di pubblicazione del decreto Rilancio dei 35 milioni di sgravi contributivi per il cabotaggio italiano. Per certi versi viene quasi da pensare che il settore abbia sbagliato a garantire un servizio essenziale e fondamentale per l’economia del Paese che è stato l’approvvigionamento delle materie prime, del cibo, di tutto ciò che è servito nella fase in cui l’economia italiana si è fermata. I porti e le navi non lo hanno fatto, non si sono fermati, e hanno garantito il servizio al Paese".

©RIPRODUZIONE RISERVATA