Russia, accordo col Sudan per realizzare una base navale sul Mar Rosso

La Marina russa potrà tenere fino a quattro navi alla volta nella base, comprese le navi a propulsione nucleare. La base sarà presidiata da un massimo di 300 addetti tra militari e civili.

Mosca - La Russia ha firmato un accordo con il Sudan per costruire una base navale sulla costa del Mar Rosso nel Paese, nell’ultima spinta di Mosca in Africa per rilanciare il suo peso geopolitico. L’accordo, pubblicato ieri sul sito del governo russo, vedrà Mosca istituire un «centro di supporto logistico» a Port Sudan dove si potranno svolgere «operazioni di riparazione e rifornimento». L’accordo firmato il primo dicembre è valido per 25 anni e sarà automaticamente rinnovato per periodi di 10 anni salvo opposizione da una delle due parti.

Lo scopo della base sarà «sostenere la pace e la stabilità nella regione», secondo il documento. La Marina russa potrà tenere fino a quattro navi alla volta nella base, comprese le navi a propulsione nucleare. La base sarà presidiata da un massimo di 300 addetti tra militari e civili. La Russia avrà inoltre il diritto di trasportare attraverso gli aeroporti e i porti del Sudan «armi, munizioni e attrezzature» necessarie al funzionamento della base navale. Negli ultimi anni Mosca si è concentrata sull’Africa mentre cerca di riaffermare la sua influenza geopolitica in tutto il mondo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA