Marittimi, l'appello di Papa Francesco: "Esorto i governi a occuparsi di loro"

"Molti di loro, si calcola circa 400mila in tutto il mondo, sono bloccati sulle navi - ha detto in Pontefice - oltre il termine dei loro contratti e non possono tornare a casa"

Città del Vaticano - Un appello è stato lanciato da Papa Francesco all'Angelus. "La pandemia di coronavirus ha portato particolare disagio ai lavoratori marittimi. Molti di loro, si calcola circa 400mila in tutto il mondo, sono bloccati sulle navi - ha detto Papa Francesco - oltre il termine dei loro contratti e non possono tornare a casa. Chiedo alla Vergine Maria Stella Maris di confortare queste persone e tutti quelli che vivono situazioni di difficoltà. Ed esorto i governi a fare il possibile perché possano ritornare dai loro cari".

©RIPRODUZIONE RISERVATA