Esercitazione della Guardia costiera sulla Jolly Palladio (Messina)

La nave è impiegata dalla Compagnia Ignazio Messina Spa in un servizio regolare di linea tra i porti mediterranei di Spagna, Francia e Italia e i porti del Golfo Persico

Catania - La Guardia costiera di Catania nella giornata di ieri ha coordinato un’esercitazione a cui hanno preso parte la nave Ro-Ro Jolly Palladio, di proprietà della compagnia Ignazio Messina & C. S.p.A di Genova, e un elicottero della Base Aeromobili della Guardia Costiera di Catania.

"Durante le operazioni un aero-soccorritore è stato calato dall’elicottero con il verricello in un’area appositamente dedicata della nave, comandata dal Capitano Marco Piccioli. L’esercitazione era finalizzata a testare le capacità di interazione fra una nave mercantile e i mezzi della Guardia costiera in casi di emergenza in mare, come il soccorso all’equipaggio o in casi di necessità di urgente evacuazione medica", si legge in una nota.

"L’esercitazione, iniziata alle 10.25, si è conclusa con successo alle ore 10.45. La Ro-Ro Jolly Palladio (ultima nata della flotta Jolly entrata in servizio nel giugno 2015, certificata Green Plus grazie ai sofisticati impianti antinquinamento di cui è dotata), che aveva continuato a procedere alla velocità di 17 nodi, ha proseguito regolarmente la navigazione verso il porto di Napoli".

La nave è impiegata dalla Compagnia Ignazio Messina Spa in un servizio regolare di linea tra i porti mediterranei di Spagna, Francia e Italia e i porti del Golfo Persico; dispone di una capacità di carico di circa 3.000 contenitori, ed è in grado, grazie alla speciale rampa di poppa, di accogliere carichi speciali superiori a 350 tonnellate; l’esercitazione si è svolta mentre l’unità della compagnia genovese era in navigazione da Port Said a Napoli

©RIPRODUZIONE RISERVATA