Addio a Carlo Andrea Marsano, guidò il Lloyd Sardegna

Genova - È morto improvvisamente ieri notte, all’età di 82 anni, Carlo Andrea Marsano, armatore genovese: coi fratelli Ruggero e Riccardo ha guidato la compagnia di navigazione Lloyd Sardegna dal 1967 al 2006. Uomo riservato, ha dedicato la sua vita all’attività armatoriale, fondando l’associazione Promotori Musei del Mare nel 1996, che ha determinato la nascita del polo museale del mare a Genova, la cui punta diamante è il Galata Museo del Mare

di A. Qua.

Genova - È morto improvvisamente ieri notte, all’età di 82 anni, Carlo Andrea Marsano, armatore genovese: coi fratelli Ruggero e Riccardo ha guidato la compagnia di navigazione Lloyd Sardegna dal 1967 al 2006. Uomo riservato, ha dedicato la sua vita all’attività armatoriale, fondando l’associazione Promotori Musei del Mare nel 1996, che ha determinato la nascita del polo museale del mare a Genova, la cui punta diamante è il Galata Museo del Mare.

Il Lloyd Sardegna fu la compagnia di navigazione che nel dopoguerra anticipò le tecnologie “roll on- roll off”, le navi aperte a prua e a poppa che consentivano il trasporto della merce direttamente a bordo dei camion. Il primo carico, sulla Genova-Olbia, fu realizzato nel 1964. I funerali saranno domattina alle 11.00 nella Chiesa del Gesù a Genova.

“Nel mondo dell’industria armatoriale non mancano importanti figure che hanno contribuito a scrivere la nostra bella storia. Certamente Carlo Andrea Marsano è stato una di queste”, afferma Mario Mattioli, presidente della Confederazione italiana armatori. Dagli anni Sessanta fino ai primi anni 2000, Marsano ha ricoperto più volte la carica di consigliere confederale, membro del comitato esecutivo e di presidente della commissione Cabotaggio, ed è stato uno dei più attivi protagonisti della vita associativa di Confitarma. “Anche chi non l’ha conosciuto di persona - aggiunge Mattioli - non può ignorare con quanta passione  Marsano portava avanti le sue iniziative e le sue idee. A lui si devono le prime linee di collegamento con la Sardegna utilizzando navi ro-ro per il trasporto di mezzi gommati. Amava dire che le sue navi 'più che trasportare merci, trasportano, assistono e coccolano aziende di trasporto'. Con  Marsano se ne va un rappresentante emblematico di una generazione imprenditoriale che senza dubbio possiamo definire pioniera del trasporto marittimo”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Argomenti: