Monte dei Paschi finanzia la flotta di Vulcania con la Garanzia Italia di Sace

Con questa operazione, prosegue la nota, Vulcania ha acquistato 2 motonavi con lo scopo di rafforzare i trasporti fluviali e marittimi nell'ambito del settore siderurgico con il trasporto della materia dai punti di estrazione ai punti di lavorazione

Augusto Cosulich

Milano - Banca Monte dei Paschi di Siena ha finalizzato due operazioni di finanziamento per complessivi 10 milioni di euro in favore della flotta di Vulcania Srl, società partecipata dal gruppo Fratelli Cosulich Spa, leader nei servizi di spedizione e logistica legati all'industria del trasporto marittimo. L'operazione, spiega una nota, si è strutturata in due finanziamenti, di cui il primo unsecured di 3,75 milioni di euro a 60 mesi ed il secondo di 6,25 milioni di euro assistito da Sace a 72 mesi. Il finanziamento è stato garantito digitalmente e in tempi brevi da Sace tramite Garanzia Italia, lo strumento del Decreto Liquidità destinato al sostegno delle imprese italiane durante l'emergenza Covid-19.

Con questa operazione, prosegue la nota, Vulcania ha acquistato 2 motonavi con lo scopo di rafforzare i trasporti fluviali e marittimi nell'ambito del settore siderurgico con il trasporto della materia dai punti di estrazione ai punti di lavorazione. Queste due unità vanno ad aggiungersi a quelle già possedute, pertanto, oggi, il Gruppo ha 15 navi di cui 7 in Vulcania, 6 a Singapore e 2 nuove navi cisterna LNG da 8.200 m3 in Fratelli Cosulich LNG. "Il settore della logistica si sta rivelando fondamentale nel periodo post-pandemia ed il settore bancario sta rivolgendo particolare attenzione ai progetti di crescita presentati dalle imprese attive in tale ambito", ha affermato Marco Tiezzi, General Manager Area Territoriale Nord Ovest di Banca Mps. "Con questa operazione - ha aggiunto - Banca Mps ha deciso di affiancare una realtà come Vulcania fondata nel 1857 e da sempre governato dalla famiglia di origini triestine, è riconosciuto a livello internazionale come una delle maggiori realtà operanti nell'ambito dello shipping, delle spedizioni, della logistica e del trading oltreché della compravendita di carburante.

La società ha la sede direzionale a Genova e uffici in tutti i porti strategici sul territorio nazionale. Il Gruppo è composto da oltre 100 società, dispone di una flotta di 15 navi, ha una rete commerciale situata in 20 paesi (Brasile, Cina, Croazia, Repubblica Ceca, Inghilterra, Francia, Grecia, Indonesia, Irlanda, Antille Olandesi, Nuova Zelanda , Polonia, Portogallo, Principato di Monaco, Serbia, Singapore, Slovenia, Svizzera, Turchia, Emirati Arabi Uniti, Stati Uniti e Vietnam), dà lavoro a più di 1000 dipendenti e registra un fatturato che supera il miliardo. Con l'acquisto di queste due unità navali Fratelli Cosulich intende potenziare la sua attività di operatore logistico dell'acciaio, già avviata da tempo con grande successo, ampliando l'offerta nell'industria siderurgica e con l'intenzione di diventare - nei prossimi anni - un protagonista della logistica, facendo leva su soluzioni su misura e sinergie con le altre società del Gruppo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA