Marittimo ubriaco uccide a coltellate il comandante della nave: arrestato in Corea del Sud

Sono stati i colleghi dell’omicida ad allertare la Guardia costiera sudcoreana. Il 24enne è stato arrestato poco dopo. L’arma del delitto, sempre secondo i testimoni, sarebbe stata gettata in mare

Seul – Un marittimo vietnamita di 24 anni è stato arrestato in Corea del Sud con l'accusa di avere ucciso a coltellate il suo comandante, un cittadino cinese di 44 anni. 

Secondo quanto ricostruito dalla Guardia costiera, la nave portacontainer battente bandiera panamense sulla quale era imbarcato il marittimo stava transitando nel Mar Giallo, diretta al porto sudcoreano di Pyeongtaek-Dangjin, quando tra i due sarebbe scoppiata una violenta lite. L’equipaggio, interrogato dai militari, avrebbe riferito che l’omicida era stato ripreso dal comandante a causa del suo stato di ubriachezza.

Sono stati i colleghi dell’omicida ad allertare la Guardia costiera sudcoreana. Il 24enne è stato arrestato poco dopo. L’arma del delitto, sempre secondo i testimoni, sarebbe stata gettata in mare. Il nome della nave non è stato reso noto dalle autorità.

©RIPRODUZIONE RISERVATA