Dall’idrogeno al nucleare: oggi a Genova il Forum sulle energie

La necessità di inquinare meno, sancita dalle nuove regole internazionali, e la crisi energetica provocata dal conflitto in Ucraina stanno determinando un repentino e radicale cambio di scenario nel mondo del trasporto

di Alberto Quarati, Redazione Web

Genova - La necessità di inquinare meno, sancita dalle nuove regole internazionali, e la crisi energetica provocata dal conflitto in Ucraina stanno determinando un repentino e radicale cambio di scenario nel mondo del trasporto.

La corsa a nuovi carburanti e nuove tecnologie di propulsione era già iniziata da anni, con l’introduzione per esempio di navi alimentate a gas naturale liquefatto e batterie. Ma che cosa succederà adesso? Genova ospita oggi, giovedì 9 giugno, a Palazzo Ducale, la sesta edizione del Forum Shipowners and Shipbuilding. Il titolo dell’edizione 2022 è “I nuovi orizzonti delle energie. Lo shipping e l’esigenza di adeguarsi allo scenario internazionale”.

Partecipano, tra gli altri, Mario Mattioli (Confitarma), Matteo Catani (Assarmatori), Luigi Merlo (Msc), Beniamino Maltese (Costa), Gian Enzo Duci (Università di Genova), Pasqualino Monti (porto di Palermo), l’ammiraglio Sergio Liardo, il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, oltre a rappresentanti di gruppi armatoriali e primari addetti ai lavori. L’incontro è iniziato alle ore 9 con i saluti del direttore del Secolo XIX, Luca Ubaldeschi.

CONTINUA

©RIPRODUZIONE RISERVATA