In evidenza
Blue Economy
Shipping
Transport
Blog
Il Forum di Federlogistica-Conftrasporto

L’algoritmo in crociera: così Msc evita gli sprechi

La logistica del futuro è predittiva anziché reattiva, permette ad esempio di ottimizzare la cambusa di una nave da crociera attraverso un algoritmo capace di fare tesoro delle abitudini di consumo dei passeggeri a bordo. Garantisce zero sprechi e assortimento sempre completo

di Gilda Ferrari
1 minuto di lettura

La "Msc Seascape"

 

Genova - La logistica del futuro è predittiva anziché reattiva, permette ad esempio di ottimizzare la cambusa di una nave da crociera attraverso un algoritmo capace di fare tesoro delle abitudini di consumo dei passeggeri a bordo. Garantisce zero sprechi e assortimento sempre completo.

Il caso Msc è stato raccontato da Tools Group nel corso del workshop nazionale organizzato a Genova dalla Logistic Digital Community (Ldc), comunità di aggregazione tra imprese e istituzioni. Ad aprire i lavori, il vicepresidente di Federlogistica-Conftrasporto Davide Falteri, fondatore della Ldc, che ha ricordato la centralità di Genova e del suo porto nel panorama mondiale.

Durante il workshop si è parlato di cybersecurity per il settore: “Non occorre essere un soggetto target per essere vittima di un attacco informatico”, avverte Alessio Aceti, co-fondatore di Sababa Security, ricordando due dei maggiori incidenti che hanno colpito provider logistici: Expeditor e Maersk (per quest’ultimo il costo dell’attacco è stato di 300 milioni di dollari).

La protezione della supply chain 4.0 sarà al centro del Cyber Resilient Act, provvedimento europeo atteso a giorni che prevede il marchio Ce per tutti i prodotti software e hardware che rientrano in una catena 4.0: "Si rischieranno sanzioni fino a 15 milioni di euro - spiega Paola Girdinio, presidente di Start 4.0 -. L’Italia è il settimo Paese al mondo per attacchi cyber. Sono soprattutto la logistica e i trasporti gli obiettivi su cui si concentrano, e spesso si concretizzano, le cattive intenzioni degli hacker. Attaccando la logistica si può indebolire un sistema-Paese. Eppure quello della sicurezza informatica è ancora un tema sottovalutato”.

Leonardo, che ha contribuito a realizzare un ecosistema telematico integrato, parla di efficienza, sicurezza e sostenibilità: “Efficienza perché trasporti e logistica contribuiscono al 12% del prodotto interno lordo mondiale e il potenziale dei porti italiani è alto - dice Fabio Del Vigo -. Un attacco anche a un solo elemento della catena dei trasporti e della logistica rischia di inceppare l’intero sistema. E gli attacchi cyber sono cresciuti del 900% dal 2017 al 2020”.

I commenti dei lettori